17 giugno 2019
Aggiornato 14:30
Stati Uniti | Lotta al terrorismo

CIA: Basta con le campagne di vaccinazione nelle operazioni di spionaggio

La Cia non utilizzerà più finte campagne di vaccinazione per localizzare e identificare suoi «obiettivi», come durante la caccia ad Osama bin Laden nel villaggio pachistano di Abbottabad nel 2011, che ha poi avuto «effetti collaterali» indesiderati.

NEW YORK - La Cia non compirà più missioni segrete sotto la copertura di programmi di vaccinazione per la popolazione, come successo per l'operazione che ha portato all'uccisione di Osama bin Laden in Pakistan nel 2011. A dirlo è stata la Casa Bianca.
Il consigliere per l'antiterrorismo del presidente, Lisa Monaco, ha informato che «l'uso operativo» dei programmi di vaccinazione è stato fermato, con l'assenso della Cia, aggiungendo che l'agenzia di spionaggio non cercherà di «ottenere o sfruttare il Dna o altro materiale genetico acquisito attraverso questi programmi». John Brennan, il direttore della Cia, avrebbe messo in pratica la nuova direttiva già dallo scorso agosto, secondo un portavoce.

MoMonaco ha spedito una lettera a funzionari medici che più di un anno fa avevano scritto a Obama, esprimendo rabbia per l'uso delle vaccinazioni come metodo di spionaggio. Un dottore pachistano, Shakil Afridi, fu assunto dagli Stati Uniti per dar vita a un programma di vaccinazione antiepatite B ad Abbottabad, per avere accesso al compound dove poco più tardi fu ucciso bin Laden. Il dottor Afridi fu poi arrestato giorni dopo e condannato a 33 anni di carcere per tradimento, ma ora è in attesa di un nuovo processo, secondo quanto riportato da Fox News. Agli investigatori, l'uomo ha raccontato di essere entrato in contatto con la Cia grazie a un impiegato di Save the Children; entrambe hanno smentito che l'organizzazione sia stata usata per operazioni di spionaggio, ma le parole di Afridi hanno costretto Save the Children a lasciare il Pakistan.

Da quando l'operazione della Cia è diventata pubblica, decine di persone che lavorano in ambito medico sono state uccise in Pakistan, accusate di essere spie. Per questo, nel 2012 le Nazioni Unite hanno sospeso i programmi di vaccinazione antipolio.p>