4 dicembre 2022
Aggiornato 21:30
Calcio | Serie A

Milan-Monza 4-1, Napoli agganciato in testa. L'Inter sbanca Firenze al 95', decide Mkhitaryan nel recupero

Il Milan cala il poker contro gli ex Berlusconi e Galliani, batte 4-1 il Monza, e aggancia in testa il Napoli. Doppietta di Brahim Diaz, poi Origi e Leao. Salernitana-Spezia 1-0, decide Mazzocchi, commozione Ribery

Brahim Diaz al quarto d'ora firma il vantaggio dopo un'altra splendida cavalcata
Brahim Diaz al quarto d'ora firma il vantaggio dopo un'altra splendida cavalcata Foto: Agenzia Fotogramma

Il Milan cala il poker contro gli ex Berlusconi e Galliani, batte 4-1 il Monza, e aggancia in testa il Napoli, impegnato domenica sera in casa della Roma. Brahim Diaz al quarto d'ora firma il vantaggio dopo un'altra splendida cavalcata, prima dell'intervallo si gira sul destro e trova il raddoppio (nella ripresa esce per una contrattura). Il Milan segna ancora con Origi, Ranocchia accorcia su punizione e Leao fissa il definitivo 4-1.

L'Inter sbanca Firenze al 95', decide Mkhitaryan nel recupero

Inzaghi aveva chiesto continuità nei risultati alla sua squadra. Missione compiuta per l'Inter che batte anche la Fiorentina (terza vittoria di fila) 4-3 e raggiunge quota 21 in classifica. I nerazzurri partono forte: in 15' segnano due gol con Barella e Lautaro. Nel finale di primo tempo Cabral riapre la gara su rigore. Nella ripresa Ikoné completa la rimonta viola ma Lautaro trasforma il rigore del 3-2. Jovic trova un nuovo pari al 90' in girata ma la decide Mkhitaryan al 95'.

«Siamo stati raggiunti due volte, ci abbiamo sempre creduto, questa è una vittoria importante per la convinzione che abbiamo sempre avuto - dice Inzaghi a fine gara - I primi 35' sono stati da grande squadra, poi abbiamo perso un po' le distanze ma chi è entrato ci ha dato una mano su un campo difficile perché la Fiorentina è una signora squadra».

Una gara che dopo il doppio vantaggio poteva essere gestita meglio: «Sì certo perché eravamo 2-0 e stavamo giocando bene, poi abbiamo preso gol e ci siamo innervoositi e questo non va bene, dobbiamo lavorare su questo aspetto perché ci può stare un rigore ma dovevamo fare meglio. Però poi c'è stata una grandissima reazione e ci abbiamo creduto fino in fondo».

Salernitana-Spezia 1-0, decide Mazzocchi, commozione Ribery

Balzo in classifica della Salernitana che batte lo Spezia 1-0 e arriva a quota 13 in classifica scavalcando Empoli (battuto dalla Juve), Torino e Sassuolo, impegnate tra domani e lunedì. La sfida dell'Arechi si apre con il tributo nel pre-partita a Franck Ribery, che ha annunciato il ritiro in settimana e resterà a Salerno come dirigente. Un bellissimo gol di Mazzocchi a inizio secondo tempo sta decidendo il match. Nel primo tempo meglio gli ospiti, vicini al vantaggio soprattutto con una doppia occasione per Agudelo.

Benevento, Cannavaro presenta le dimissioni, Vigorito respinge

Fabio Cannavaro ha rassegnato le dimissioni dalla guida tecnica del Benevento. Dimissioni che il presidente Vigorito ha respinto. Queste le parole di Cannavaro dopo la partita persa per 2-1 a Como: «Ho dato le dimissioni perchè le ho considerate un atto dovuto e perchè Foggia è non solo il mio direttore sportivo ma anche un mio amico. Quindi anche per sgomberare il campo da qualsiasi imbarazzo ho preferito fare un passo indietro. Le dimissioni non sono state accettate, il presidente è stato deciso nel rifiutarle e questo devo dire mi ha fatto molto piacere. Se non sono riuscito a trasmettere ciò che voglio alla mia squadra? No, il messaggio è arrivato. I miei ragazzi mi ascoltano però commettiamo troppi errori a livello di singoli e non va per nulla bene. I giocatori che ho a disposizione vengono da un momento non semplice. Però devono capire la differenza che c'è fra giocare a calcio e vincere le partite. E per vincere le partite ci vuole cattiveria».

Nei prossimi giorni Cannavaro e Vigorito si incontreranno di nuovo per affrontare la situazione. Il tecnico era già rimasto molto scottato dalla sconfitta della scorsa settimana, subita in rimonta 3-2 dalla capolista Ternana. Il suo bilancio al momento è di due punti in quattro partite, con due pareggi e altrettanti ko.

Classifica: Napoli, Milan 26, Atalanta 24, Roma 22, Lazio, Udinese 21, Juventus 19, Inter 18, Salernitana 13, Sassuolo 12, Empoli, Torino 11, Fiorentina 9, Monza, Fiorentina 10, Spezia 9, Lecce 8, Verona 7, Bologna 5, Verona 5, Cremonese 4, Sampdoria 3.