27 novembre 2022
Aggiornato 00:00
Calcio | Serie A

Lecce-Juventus 0-1, Fagioli sbanca Via del Mare. Napoli travolgente, 4-0 al Sassuolo

Nella ripresa ci pensa Fagioli a sbloccare il risultato con un destro a giro stupendo. Napoli show al Maradona alla vigilia di quello che sarebbe stato il suo 62esimo compleanno. Sassuolo travolto 4-0 con una tripletta di Osimhen.

L'allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri
L'allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri Foto: Antonio Cotrim ANSA/EPA

La Juventus sbanca Lecce e vince 1-0 a Via del Mare. Dopo l'eliminazione dalla Champions pochissime emozioni nel primo tempo, condotto con attenzione dai giallorossi e terminato con ben quattro ammonizioni per i bianconeri: Miretti, Cuadrado, Milik e Gatti. Nella ripresa ci pensa Fagioli a sbloccare il risultato con un destro a giro stupendo su assist di Iling Junior. All'89' Lecce a un passo dal pareggio: palo clamoroso di Hjulmand.

Allegri: «Serviva vincere»

«Abbiamo fatto una buona gara, e sull'ultimo tiro che abbiamo concesso al Lecce siamo stati un pizzico fortunati. Nella ripresa abbiamo avuto occasioni importanti, e serviva vincere perchè venivamo da una brutta batosta. Fagioli è un ragazzo che ha grandi qualità, e nella sua carriera gli vedo il ruolo davanti alla difesa, che deve imparare perché non lo ha mai fatto. Il suo gol è stata una grande intuizione». Nel dopartita di Lecce-Juventus, Massimiliano Allegri spiega il match ed elogia il suo giocatore che lo ha deciso, predicendogli un futuro in un nuovo ruolo.

«Abbiamo conquistato la vittoria in un momento non facile per noi, raggiungere quota 22 era il nostro obiettivo e i ragazzi lo hanno meritato - dice ancora Allegri -. Nel calcio, come nella vita, si cade e ci si rialza, ci vuole anche un pò di sana follia nel momento in cui le cose vanno male, e dobbiamo essere bravi e forti mentalmente, soprattutto nei momenti difficili, per affrontare la tempesta nel migliore dei modi. Era da marzo che non vincevamo tre gare di fila, e stasera non era per nulla semplice. E di questo ringrazio i ragazzi per quanto hanno fatto».

Napoli travolgente, 4-0 al Sassuolo, tripletta Osimhen

Napoli show al Maradona alla vigilia di quello che sarebbe stato il suo 62esimo compleanno. Sassuolo travolto 4-0 con una tripletta di Osimhen: al 4' subito Osimhen-gol. Al 19' segna ancora lui: doppio assist per Kvara, che al 35' cala il tris con la rete personale. Poker e tripletta per Osimhen al 77'. Non mancano le occasioni per il Sassuolo, ma i giocatori di Dionisi, complici le parate di Meret, sprecano spesso. Rosso a Laurienté nel finale. E il Napoli allunga a +6 in testa aspettando domani Torino-Milan.

Spalletti: «I miei da applausi»

«Faccio subito un applauso per il filotto di vittorie di partite a tutta la squadra. Ogni volta li vedo ricominciare con voglia e metterci qualcosa di nuovo, perché sanno che gli avversari sono molto attenti contro di noi, il doppio di quanto fanno di solito. Dico per questo grazie ai ragazzi». Così Luciano Spalletti commenta a Dazn la 13ma vittoria consecutiva del suo Napoli con il 4-0 al Sassuolo.

«Oggi però - spiega Spalletti - abbiamo concesso troppo, siamo riusciti ad andare in gol in avvio, meritandolo, poi abbiamo raddoppiato. Poi, magari penso potrebbe essere fisiologico, ma ci sono stati tanti episodi in cui non ho visto la precisione e puntualità di sempre. Sono doti che ci vogliono sempre, perché un episodio può condizionarti il risultato e aprire le rimonte». Spalletti fa anche un elogio a Kvaratshelia: «E' perfetto - dice - fa tutto in attacco e rincorre l'avversario che ha la palla. A volte gli attaccanti non danno importanza a un loro contrasto vinto o al recupero di posizione per dare ai compagni una mano nello spazio da coprire, lui lo fa».

Classifica: Napoli 32, Milan 26, Atalanta, Lazio 24, Roma, Juventus 22, Udinese, Inter 21, Sassuolo 15, Torino 14, Salernitana 13, Empoli 11, Bologna, Fiorentina, Monza 10, Spezia 9, Lecce 8, Sampdoria 6, Verona 5, Cremonese 4.