25 aprile 2019
Aggiornato 00:30
Politica estera

I rubini rosso sangue della Birmania

Il lato oscuro del difficile percorso verso la democrazia del Paese che produce l'80% della pietra preziosa. Un settore destinato a crescere esponenzialmente nei prossimi mesi con la fine del blocco delle importazioni delle gemme negli Stati Uniti

Il premier su Ue, migranti, economia, scuola

Renzi: «Ho fatto ripartire l'Italia»

Due anni fa l'Italia era ferma, «impotente» ma ora «è tornata sulla strada giusta». Lo ha affermato il presidente del Consiglio Matteo Renzi, in una intervista al quotidiano tedesco «Die Welt»

Primi prudenti passi della leader democratica vittoriosa alle elezioni

Aung San Suu Kyi porge un ramoscello di ulivo ai militari

La vittoria di Aung San Suu Kyi e della sua Lega nazionale per la democrazia (Lnd) nelle elezioni di domenica potrebbe assimure dimensioni che vanno al di là delle più rosee aspettative della premio Nobel per la pace

Elezioni Birmania 2015

Aung San Suu Kyi vince le elezioni, ma ai suoi chiede prudenza

La leader democratica sa che il difficile viene ora: a seconda della portata della vittoria, dovrà trattare con il partito sostenuto dall'ex giunta militare, Usdp, e con le minoranze etniche per riuscire a formare un governo e per cambiare la Costituzione che le impedisce di diventare presidente. Con un'ulteriore incognita: cosa faranno i militari?

Prevista vittoria Aung San Suu Kyi, ma non sarà presidente

Birmania al voto: sfida cruciale, ma i militari ancora esercitano il potere

Il voto dell'8 novembre, nel quale tutti gli analisti prevedono una vittoria della Lega nazionale per la democrazia del premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi, è atteso come un momento di trasformazione radicale per un Paese che ha conosciuto decenni di dittatura militare

21 anni fa il premio

Suu Kyi a Oslo: Il Nobel mi fece sentire ancora viva

Tornata in Europa dopo 24 anni, dopo Oslo Suu Kyi è attesa lunedì prossimo a Dublino, in Irlanda, dove parteciperà a un concerto in suo onore con Bono Vox, quindi a Londra, dove si tratterà fino al 25 giugno, tenendo anche un discorso in Parlamento; poi volerà alla volta di Parigi

Parlamento birmano

Birmania, anche una star del rap tra i neo-eletti in Parlamento

Il nuovo Parlamento si è riunito oggi a Naypyidaw, ma senza Suu Kyi e gli altri deputati del partito che si sono rifiutati di prestare giuramento pronunciando la formula attualmente in vigore, che prevede una promessa di fedeltà all'attuale Costituzione

Lo ha reso noto il ministero degli Esteri norvegese

Il primo viaggio all'estero di Aung San Suu Kyi sarà a Oslo

La leader dell'opposizione democratica birmana, che ha ricevuto il premio Nobel per la Pace nel 1991, ha trascorso gran parte degli ultimi vent'anni agli arresti domiciliari nella sua abitazione di Rangoon

Intervista esclusiva al settimanale «La Stampa»

Birmania, Suu Kyi: La priorità è ristabilire lo stato di diritto

Il premio Nobel per la Pace e leader dell'opposizione birmana parla delle sue aspettative e dei suoi timori in vista delle elezioni suppletive del prossimo aprile, quelle che dovrebbero segnare il primo passo verso una democratizzazione del regime birmano

Birmania | Politica

San Suu Kyi non esclude ruolo di Governo: «Ci penserò»

Il Premier Nobel: «Dipende dalle circostanze e da quale ministero mi proporranno». San Suu Kyi è stata liberata nel novembre 2010 dopo avere passato buona parte degli ultimi venti anni in stato di detenzione

Birmania | Politica

Aung San Suu Kyi: La repressione nel paese continua

«Detenuti politici ci sono ancora, serve accelerare il processo di riforme». Intanto è stato presentanto il nuovo logo per il partito d'opposizione di Aung Suu Kyi

A pochi giorni da vertice Asean di Bali

Birmania, rinviata la liberazione dei prigionieri politici

Non ci sarà più un'amnistia collettiva, ma sarà concessa la grazia. Il 12 ottobre scorso erano stati liberati circa 6.300 prigionieri, 200 dei quali politici. San Suu Kyi: «Anno incoraggiante, ora liberare i detenuti»

Birmania

San Su kyi può connettersi a internet da casa

La Dama Rangoon vuole usare anche Twitter per parlare ai giovani. Per Reporters sans frontieres le leggi del paese sull'uso della rete sono «le più liberticide al mondo»

Brimania

Aung San Suu Kyi è libera

Il Premio Nobel per la Pace ha trascorso 15 degli ultimi 21 anni in carcere o agli arresti domiciliari

Politica

Birmania, dopo 20 anni si vota

Ma le elezioni sono già decise. Le urne permetteranno ai militari di mantenersi al potere

Elezioni a novembre

Birmania, Aung San Suu Kyi non voterà

La Ldn ha deciso di boicottare lo scrutinio anche se le autorità la hanno informata che era stata iscritta sulle liste elettorali

L'incubo birmano per John Yettaw è terminato

Birmania, libero il pacifista americano

In volo insieme all'inviato di Obama. Condannato per aver visitato clandestinamente la leader dell'opposizione Aung San Suu Kyi