18 giugno 2024
Aggiornato 01:30
Area popolare sostiene il sindaco di Verona

«In Veneto con Tosi per una politica del fare»

E' Flavio Tosi il candidato sostenuto da Area Popolare nelle Regionali del Veneto. Il sostegno è quello ad una politica del fare, «un percorso, su un Veneto del 'fare', su cose concrete». Tosi darà concretezza sul fare e sui bisogni dei cittadini, affrontando i nodi delicati di politiche sanitarie e assistenza alle persone.

Regionali Veneto

Tosi: con me gli ex consiglieri di Zaia, corriamo per vincere

Il sindaco di Verona, candidato a governatore della Regione Veneto, afferma che la maggioranza delle liste che sostengono la sua corsa alle regionali è composta da ex consiglieri del governatore uscente e oppositore Luca Zaia. Il sindaco respinge poi le accuse del candidato del M5s, Jacopo Berti, che lo ha ripetutamente accusato di aver siglato un patto segreto col Pd per far vincere la Moretti.

La Cisl dice «no» ai passaggio dei «provinciali» nei tribunali

Paone: la giustizia in Veneto non si risolve con un travaso di incompetenze

Dopo l'interrogazione parlamentare di Antonio De Poli, che ha denunciato un ampio vuoto di organico nel sistema giudiziario veneto, il Ministero ha emesso un bando di mobilità volontaria di 1031 posti. Ma il coordinatore del settore giustizia della Cisl Funzione Pubblica di Venezia si oppone: così facendo, si riempirà quel buco con personale inesperto e non competente.

Ap chiede che siano utilizzati gli esuberi delle province

De Poli: senza nuovi addetti, addio giustizia in Veneto

La denuncia del presidente del Tribunale di Venezia Toppan sulla carenza di organico di 7000 unità è giunta in Parlamento con l'interrogazione di De Poli. Unico rimedio, il trasferimento di personale in esubero dalle province, che però andranno debitamente formati per svolgere i nuovi incarichi. Soluzione che potrebbe incontrare la resistenza dei sindacati.

Il senatore Ap denuncia l'uscita dal sistema giudiziario veneto di 7000 unità

De Poli: Addio giustizia in Veneto

Non c'è pace per il Veneto, almeno in tema giustizia. Dopo la vicenda di Stacchio, dopo i tanti appelli di Zaia a causa della dilagante criminalità per cui vorrebbe addirittura veder schierato l'esercito, ad aggravare la situazione giunge la prossima uscita di 7000 unità dai tribunali veneti, denunciata da De Poli. Una carenza di organico che metterà in crisi il sistema giudiziario regionale.

Per la Lega, Alfano già colpevole per polizia postale e frontiere

Pini: «Schengen non è un'autostrada della libertà, ma l'autostrada dei terroristi»

Il Vicecapogruppo alla Camera della Lega, Gianluca Pini, è favorevole a una sospensione temporanea immediata del trattato di Schengen, e a una sua successiva revisione, per favorire rigidi controlli di chi si muove nel territorio dell'Unione. Perché, sostiene, «ora la priorità è la sicurezza, non la libertà di movimento»

Sicurezza

Nessun passo indietro su Schengen

L'Ue non ha intenzione di rivedere il trattato sulla libertà di movimento all'interno del Vecchio continente, anche dopo gli attentati che hanno sconvolto la Francia nei giorni scorsi. Lo ha chiarito il capo del Viminale, Angelino Alfano, al termine del vertice antiterrorismo dei ministri europei degli Interni e della Giustizia tenutosi a Parigi

No alle liste bloccate e sì alla reintroduzione delle preferenze

De Poli: «il Nazareno va rivisto»

Il vicesegretario nazionale vicario dell'Udc spinge per la revisione di alcuni punti dell'accordo raggiunto al Nazareno. E mentre Sereni esorta a superare le divisioni all'interno del Centrodestra sull'Italicum, Brunetta dichiara: «Fi è pronta a votare il testo così come è uscito dalla Camera»

Il caso

Vicenza, pulmino disabili bloccato da Equitalia

«Equitalia caterpillar». Con queste parole il deputato Udc Antonio De Poli ha definito l'atteggiamento di Equitalia dopo la denuncia di Federcontribuenti sull'azienda di Valdagno (Vicenza) che ha sospeso il servizio di trasporto dei disabili dopo che il pulmino è stato bloccato dalle ganasce di Equitalia