29 novembre 2022
Aggiornato 13:00
Discorso di fine anno del Presidente della Repubblica

Napolitano: UDC: Boicottare il suo messaggio è un'iniziativa anti-italiana

L'Udc bolla come «iniziativa anti italiana» il tam tam lanciato su Facebook al boicottaggio, sostenuto fra gli altri dall'eurodeputato della Lega Nord Mara Bizzotto. Il Portavoce De Poli: «Noi fieri di lui, l'Italia vuole ascoltarlo»

ROMA - L'Udc bolla come «iniziativa anti italiana» il tam tam lanciato su Facebook al boicottaggio, sostenuto fra gli altri dall'eurodeputato della Lega Nord Mara Bizzotto, del discorso agli italiani di fine anno del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano definito come «uomo che ha tradito la Patria e agito incostituzionalmente» contro il quale va manifestata «indignazione».

«Noi dell'Udc siamo fieri del nostro Capo dello Stato e la sera del 31 dicembre lo ascolteremo perché solo grazie al presidente Napolitano, ineccepibile, l'Italia ha voltato pagina. Se c'è chi vuole boicottarlo c'è anche chi, ed è la maggior parte del Paese, vuole ascoltarlo» , ha affermato in una dichiarazione il portavoce dell'Udc Antonio De Poli

«In un momento di crisi forte in cui le famiglie soffrono e le imprese sono in difficoltà, c'è chi come l'europarlamentare Mara Bizzotto - ha detto ancora De Poli - perde tempo a sostenere una campagna on line contro il presidente Napolitano. Il Carroccio non ha più colpi da sparare e quindi sta cercando, come al solito, di farsi sentire. Il povero Zaia, invece, è il solito equilibrista che dà un colpo al cerchio e uno alla botte. Venti giorni fa, a Vicenza, era nel mucchio dei secessionisti pronti a celebrare il Parlamento della Padania e ora anziché condannare un'iniziativa assurda e anti-italiana preferisce dire che il messaggio di Napolitano in tv non lo guarderà e che preferisce leggere i quotidiani il giorno dopo».