5 giugno 2020
Aggiornato 09:00
I grillini vogliono che l'Europa punisca l'Italia

M5S a Bruxelles: «Aprite le procedure di infrazione»

«Chi autorizza i condoni non ha diritto di piangere vittime», ha affermato l'europarlamentare cinque stelle Fabio Massimo Castaldo. E si augura che l'Ue inchiodi l'Italia alle sue responsabilità. Ma per De Poli e Burlando, il governo si sta impegnando per far fronte all'emergenza

ROMA - «Noi non ci facciamo ingannare perché abbiamo buona memoria: chi approva leggi come il condono edilizio, chi permette all'avidità di speculatori vocati alla cementificazione a ogni costo di essere appagata, non ha il diritto di piangere le vite e le comunità sepolte dalle ondate di fango». Lo afferma l'europarlamentare del Movimento cinque stelle Fabio Massimo Castaldo.

L'UE INCHIODI L'ITALIA - «Ogni anno, in autunno, l'Italia si trova a piangere per le conseguenze di emergenze definite 'improvvise'. L'Italia è in guerra con l'indegna classe politica che la governa - continua Castaldo - . Il circo mediatico si commuove per feriti, danni e morti, vittime del dissesto idrogeologico». «Vorrei che l'Ue lavorasse di più per spingere la cultura della prevenzione e per inchiodare l'Italia alle sue responsabilità - conclude -. Noi lavoreremo per l'apertura di nuove procedure di infrazione».

M5S PRESENTERA' PACCHETTO EMERGENZE - Questo pomeriggio presso la sala stampa della Camera dei deputati alle ore 17 si svolgerà la conferenza stampa del gruppo parlamentare del MoVimento 5 Stelle per illustrare le immediate proposte del M5S per il dissesto e per l'emergenza alluvioni. «Presenteremo il nostro pacchetto emergenze, composto da interventi per le zone alluvionate ma anche per la prevenzione», anticipano i parlamentari 5stelle. Saranno presenti alla conferenza stampa il capogruppo alla Camera Andrea Cecconi, il capogruppo al Senato Alberto Airola, e i deputati Davide Crippa e Samuele Segoni.

DE POLI: UDC APPREZZA IMPEGNO DEL GOVERNO - «L'Udc accoglie positivamente l'impegno del Governo sull'emendamento nella Legge di stabilità per liberare i Comuni colpiti dal maltempo. E' un primo passo nella giusta direzione»: così il vicesegretario vicario Udc Antonio De Poli commenta le parole del sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri Delrio. «Le popolazioni colpite dal maltempo non meritano di assistere allo scaricabarile tra le istituzioni. E' il momento di lavorare uniti per il bene delle comunità coinvolte", conclude De Poli che sottolinea: "Da questo Governo grazie all'impegno del ministro Galletti un impegno senza precedenti nella lotta contro il dissesto del territorio: 7 miliardi nei prossimi sette anni».

BURLANDO: DAL GOVERNO IMPEGNO A FAR PARTIRE I LAVORI - «Sul fronte dei lavori c'è la responsabilità condivisa di farli partire e quindi una decisione comune sul come farvi fronte». Lo ha detto il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, al termine dell'incontro con il sottosegretario Delrio, il capo della Protezione civile Gabrielli e i sindaci dei Comuni liguri colpiti dalle ultime alluvioni. Da parte del governo «c'è l'impegno - ha sottolineato il governatore - a pagare nel 2015 le opere che verranno realizzate ora. Questo è importante - ha concluso Burlando - perché ci consente di liberare le strade invece di mandare via la gente».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal