22 febbraio 2020
Aggiornato 21:30
Un pieno con 4 euro

Green mobility per Palazzo Madama

Il Senato si è dotato delle prime auto blu totalmente elettriche: è la prima istituzione a scegliere veicoli a zero emissioni per gli spostamenti istituzionali, 4 Renault Zoe che oltre a far bene all'ambiente faranno anche risparmiare

ROMA – Il Senato si è dotato delle prime auto blu totalmente elettriche. Palazzo Madama è la prima istituzione a scegliere veicoli green per gli spostamenti istituzionali, 4 Renault Zoe che oltre a far bene all'ambiente faranno anche risparmiare, ha spiegato il senatore questore Antonio De Poli (Udc), che con il presidente Pietro Grasso ha presentato le nuove arrivate del parco-auto del Senato.

UN PIENO CON 4 EURO - «Sono delle utilitarie per uso cittadino non blindate – ha detto De Poli - . Tale operazione porterà ad un risparmio: una ricarica della batteria costa 4 euro e consente di percorrere 150 km. Lo stesso percorso effettuate con una delle altre autovetture a carburante tradizionale costerebbe 4-5 volte di più. Non solo, l'uso delle auto elettriche comporta minori costi sul tagliando comunale di cui queste macchine non hanno bisogno per circolare nel centro storico di Roma».

I RISPARMI ENERGETICI DEL SENATO - Questo è l'ultimo dei passi intrapresi da Palazzo Madama in tema di risparmio energetico, dopo l'illuminazione a basso consumo che consente di risparmi tra 1,5 e 2 milioni di euro all'anno. Per il prossimo futuro invece il Senato ha intenzione di sostituire le infrastrutture informatiche (server e virtualizzazione delle postazioni di lavoro) che porteranno, a minori emissioni stimate in circa 230 tonnellate all'anno di CO2 e a un dimezzamento della bolletta dell'elettricità (un risparmio stimato in 310 mila kW/ l'anno), che passerà da 100mila euro a 50mila.