7 dicembre 2019
Aggiornato 17:00

Milan, la rivoluzione in difesa parte da Hummels e Savic

Grandi manovre in casa Milan e non solo in attacco. Oltre alla coppia dei sogni Ibrahimovic-Jackson Martinez, Galliani è al lavoro per ricostruire la squadra partendo dalla difesa: fari puntati sulla coppia di centrali dell’Atletico Madrid Miranda e Godin, ma attenzione anche a Savic, Romagnoli e al tedesco Hummels. Ai saluti Bocchetti, Rami e Zapata.

MILANO - È vero che al momento Adriano Galliani appare super concentrato sull’attacco atomico che sta cercando di mettere a disposizione di Sinisa Mihajlovic, una specie di macchina da guerra guidata guidata da due fenomeni del gol che rispondono al nome di Zlatan Ibrahimovic e Jackson Martinez, ma sarebbe un grosso errore pensare che nella testa dell’ad non ci siano altri pensieri. Anzi.
Partendo dall’assunto inoppugnabile che una squadra solida, come quella voluta dal tecnico serbo, si costruisce dalle fondamenta, ecco che in casa Milan si lavora alacremente per potenziare un reparto che nella stagione appena conclusa si è rivelato ricchissimo a livello numerico (12 elementi) ma alquanto scadente dal punto di vista qualitativo.

Via all’epurazione
Primo obiettivo di Galliani sarà quindi cercare di sfoltire la rosa. Zaccardo e Albertazzi ad esempio, rivelatisi del tutto inadeguati nel corso dell’ultimo campionato, lasceranno il loro armadietto a Milanello. Stesso destino che potrebbe toccare a due grandi delusioni come Adil Rami e Cristian Zapata. Sia il franco-marocchino che il colombiano erano partiti con ben altre ambizioni, ma per motivi vari, imputabili - secondo i calciatori - ad incomprensioni caratteriali con Inzaghi, non hanno reso secondo le aspettative. Anche Salvatore Bocchetti è destinato a lasciare il Milan, visto che il Milan non appare intenzionato a riscattare il difensore dallo Spartak Mosca. Poi ci sono i casi spinosi di Alex, affascinato dalle sirene del Santos che vorrebbe riportarlo in Brasile, e per concludere di due vecchie colonne rossonere quali Bonera e Mexes, entrambi in scadenza di contratto e in attesa di scoprire quale sarà il loro destino.

Solo in 4 sono certi di restare al Milan
Come si evince da questa analisi, i sicuri di restare al Milan anche il prossimo anno sono solo quattro, i terzini Abate, Antonelli e De Sciglio, oltre al centrale Paletta. Ecco che quindi, a fronte di un’epurazione di queste dimensioni, sarà necessaria un’importante campagna acquisti in grado di dare una forma nuova e decisamente più affidabile al reparto. I primi nomi ad aver solleticato la curiosità di Sinisa Mihajlovic e naturalmente di Adriano Galliani, sono quelli dei difensori dell’Atletico Madrid Godin e Miranda. Per quanto riguarda il primo, è di oggi la notizia, riportata dal portale web spagnolo «Fichajes.net», secondo cui l’ad rossonero avrebbe presentato un'offerta di circa 25 milioni per acquistare il 29enne centrale uruguaiano e leader della retroguardia dei Colchoneros. Operazione difficile, soprattutto alla luce del rapporto che lega il calciatore a Diego Pablo Simeone. Più o meno lo stesso problema che potrebbe sorgere con il brasiliano Miranda, da sempre un pupillo del Cholo.

Hummels, obiettivo numero uno di Galliani
Nel nuovo Milan però ormai si punta in alto, ed ecco comparire nella lista della spesa di Adriano Galliani, il nome di Mats Hummels, granitico e gigantesco difensore del Borussia Dortmund e della Germania campione del mondo. Il calciatore ha di recente affermato di non voler lasciare i gialloneri, ma l’addio di Klopp potrebbe aver modificato le intenzioni del ragazzo. Al momento non sono state avviate ancora trattative concrete, ma non è escluso che presto dalle semplici manifestazioni di interesse si possa passare ai fatti.

Offerta per Savic in rotta con la Fiorentina
Da non sottovalutare il capitolo serie A. L’ad rossonero sta monitorando con estrema attenzione anche la situazione legata al nostro campionato: il profilo che affascina maggiormente i vertici di casa Milan è sicuramente Romagnoli, talento classe ’95 di proprietà della Roma, e ben noto a Mihajlovic per averlo allenato nella scorsa stagione alla Sampdoria. Piace anche Zoran Savic, infastidito con la Fiorentina per il recente licenziamento di Montella e per questo particolarmente sensibile alla proposta di un quadriennale già recapitata da Galliani al suo indirizzo.

Al Milan sono iniziati i provini per trovare i nuovi Maldini e Baresi. 

Gli interessati si facciano avanti.