26 giugno 2017
Aggiornato 07:00
> <
RSS

Diritto all'oblio garantito sul web

Google adotterà tutte le misure a tutela della privacy degli utenti italiani prescritte dal Garante per la protezione dei dati personali e, per la prima volta in Europa, dovrà assoggettarsi a verifiche periodiche che monitorino l'avanzamento dei lavori di adeguamento della propria piattaforma ad una normativa nazionale.

«Si cavalca la paura e si scavalcano le norme sulla privacy»

Sul dl antiterrorismo piovono polemiche, in particolare per la norma che prevede l'«agevolazione delle attività delle forze di polizia nella raccolta e nel trattamento dei dati personali», applicata genericamente ai «reati contro la sicurezza pubblica». Per l'Associazione nazionale Difesa della Privacy, il dl sarebbe di parte e scavalcherebbe illegittimamente le norme sulla privacy.

Come difendersi dai cookie

Video tutorial realizzato dal Garante per la privacy. Il filmato è parte di una campagna informativa che comprende anche una lista di risposte a domande frequenti (FAQ) in tema di informativa e consenso per l'uso dei cookie. Google entra nel mercato dei domini.

Nuove regole del Garante: Google ha 18 mesi per adeguarsi

In quest'arco temporale, l'Autorità della privacy monitorerà l'implementazione delle misure prescritte. La società dovrà sottoporre, entro il 30 settembre 2014, un protocollo di verifica, sulla base del quale verranno disciplinati tempi e modalità per l'attività di controllo che l'autorità svolgerà nei confronti di Mountain View sulla profilazione degli utenti

Privacy: nel 2013 multe per 4 milioni di euro

L'Autorità Garante per la protezione dei dati personali presenta il bilancio dell'anno passato: 606 provvedimenti collegiali adottati; 4.185 tra quesiti, reclami e segnalazioni risposte con specifico riferimento alle tematiche telefonia, centrali rischi, centrali rischi, videosorveglianza, rapporti di lavoro e giornalismo; 222 ricorsi decisi inerenti soprattutto a banche e società finanziarie

> <