14 dicembre 2019
Aggiornato 19:30
Barbagallo (UIL) difende la manifestazione del 12 dicembre

«Renzi non pensi al nostro sciopero, ma a quello dei suoi elettori»

Il segretario della Uil risponde a chi continua a denigrare lo sciopero generale del 12 dicembre adducendo come motivazione la natura politica dell'azione. Per Barbagallo si tratta di una conseguenza necessaria alle azioni del Governo Renzi, troppo impegnato a gioire dei risultati politici da non accorgersi che il vero sciopero politico lo hanno fatto i cittadini non andando a votare.

Landini si corregge con gli «onesti» di Renzi ma attacca Squinzi

Landini a Squinzi: «Caccia via le aziende corrotte»

Dal palco allestito a Napoli per la manifestazione della Fiom, il leader delle tute blu della Cgil, Maurizio Landini, risponde a distanza alle parole del presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, e contrattacca: «Confindustria cacci fuori le aziende che pagano mazzette».

Il presidente degli industriali replica al leader della FIOM

Squinzi: «Caro Landini, io sono più che onesto»

«Personalmente mi ritengo una persona molto onesta, non onesto ma di più»: così il presidente di Confidustria, Giorgio Squinzi ha risposto alle affermazioni del leader della Fiom, Maurizio Landini che ha accusato il governo guidato da Matteo Renzi di non avere «l'appoggio degli onesti».

La Fiom boccia il compromesso sul jobs act

Landini: «La sinistra Pd pensa solo alle poltrone»

Il leader della Fiom, Maurizio Landini, ha dichiarato che l'accordo sul testo del Jobs act approvato ieri tra il governo e la minoranza democratica «è una presa in giro». Landini sta prendendo parte al corteo organizzato dal sindacato dei metalmeccanici in occasione dello sciopero di otto ore proclamato per tutto il Nord Italia: «I parlamentari Pd si curano solo dei loro diritti».

La Cgil attacca sul Fisco

Camusso: «Ci vuole una patrimoniale sui ricchi»

Nel corso del comizio alla manifestazione della Fiom dei lavoratori metalmeccanici, in corso a Milano, il leader del sindacato della Cgil, Susanna Camusso, torna a parlare di tasse e ammonisce il governo Renzi, sostenendo che l'unica strada percorribile per uscire dalla crisi e per aiutare chi in Italia è davvero in difficoltà è quella della patrimoniale: «Non si può continuare a tassare in basso»

NCD chiede a LN di non votare la sfiducia nei confronti di Alfano

Alfano ai leghisti: «Ribellatevi al capetto Salvini»

Il giornale online del Nuovo Centrodestra, 'L'Occidentale', oggi apre con una lettera aperta indirizzata ai parlamentari della Lega Nord in vista del voto sulla mozione di sfiducia nei confronti del ministro dell'Interno, Alfano, dopo gli scontri di Roma: "Voi siete sempre stati con le Forze dell'Ordine, lui svende i vostri valori".

Il premier torna ad attaccare i sindacati

Con gli industriali di Brescia, Renzi fa il Berlusconi

Il premier è arrivato a Brescia, per partecipare all'assemblea annuale degli industriali bresciani. Al suo arrivo nei pressi della fabbrica, Renzi è stato accolto dalle poteste dei circa 200 lavoratori, guidati dalla Fiom-Cgli, che hanno formato un presidio-assemblea. Applausi all'interno della fabbrica dagli industriali.​ Intanto, il premier cita Berlusconi: «Non cerco un consenso facile».

I sindacati contro il governo

Landini: Siamo stati aggrediti dalla polizia

Alle ore 14,45 si terrà nell'Aula del Senato un'informativa del ministro dell'Interno, Angelino Alfano, dopo gli scontri avvenuti ieri in occasione della manifestazione tra lavoratori Ast, Acciai Speciali Terni e la polizia. Secondo il leader della Fiom, Maurizio Landini, quella di ieri è stata una "pagina negativa che non si deve più ripetere".

Susanna Camusso prima dell'incontro con Renzi

«Il Premier non sa di che cosa parla»

La leader di Cgil risponde alle parole del presidente del Consiglio e segretario del Pd, Matteo Renzi, che, in occasione della kermesse fiorentina della Leopolda ha attaccato la «vecchia guardia» dei sindacati e la loro ostinazione nel voler tenere in vita un articolo 18 ormai "anacronistico". La Camusso replica aspramente che il premier «non sa di cosa parla».

Il leader FIOM smentisce il cambio di ruolo

Landini: «Faccio il sindacalista, non il politico»

Il segretario della Fiom si difende dalle voci che lo vedrebbero alla leader di un nuovo partito di sinistra e afferma che è e sarà il segretario dei metalmeccanici. Continua l'attacco al Governo Renzi e alla riforma del lavoro che prevede l'abolizione dell'articolo 18 e il leader del sindacato dei metalmeccanici avverte: «Se Renzi non cambia politica, siamo pronti ad occupare le fabbriche».

Alla vigilia di San Giovanni

Landini: «Non scherzavo, occuperemo le fabbriche»

Il leader della Fiom, Maurizio Landini, parla a Repubblica tv in merito alle vicende interne alla Cgil a toglie ogni dubbio sui problemi con la numero uno di Cgil: "Siamo in una situazione di crisi di rappresentanza". In relazione alla manifestazione indetta dalla Cgil per domani, afferma che sarà grandissima e arriveranno migliaia di persone da tutta Italia.

La replica del segretario della Uilm

Palombella a Landini: datti una calmata

«L'incitamento ad occupare le fabbriche è inaccettabile«. Così il segretario generale della Uilm, Rocco Palombella, ha commentato le dichiarazioni del leader della Fiom, Maurizio Landini.

Blitz al Ministero del Lavoro

Gli studenti manifestano contro il Jobs Act

A Roma si è svolto un blitz notturno al Ministero del Lavoro, da parte degli studenti della Rete della conoscenza, contro l'approvazione al senato del «Jobs Act«: un gruppo di ragazzi ha srotolato uno striscione con la scritta «#Non servi. La precarietà è il problema. Il Jobs Act non è la soluzione«.