18 novembre 2019
Aggiornato 19:00
I difensori non rinunciano a decadenza del processo

Why Not, chieste assoluzione e prescrizione per De Magistris

Assolvere in relazione a due capi di imputazione e dichiarare la prescrizione per i restanti. E' stata questa la richiesta avanzata dal sostituto procuratore generale Pietro Catalani nel processo d'appello all'ex pm di Catanzaro Luigi De Magistris, oggi sindaco di Napoli, e al superconsulente telematico Gioacchino Genchi

Il sindaco reintegrato dal TAR

De Magistris: continuerò a fare il sindaco di strada

Luigi De Magistris, dopo il reintegro a sindaco di Napoli in seguito alla decisione dei giudici del Tar della Campania che hanno sospeso il provvedimento emesso dal prefetto partenopeo in applicazione della legge Severino congelando la sua carica di primo cittadino del capoluogo campano, ha ribadito che è «necessario che si riapra il dibattito» proprio sui contenuti della legge in questione.

Il sindaco contro la sentenza

De Magistris: «E' un attacco politico»

In occasione della conferenza stampa, il primo cittadino di Napoli, Luigi De Magistris, ribadisce l'intenzione di non dare le dimissioni. Continua l'attacco nei confronti dei magistrati che l'hanno condannato per abuso d'ufficio: «Dovrebbe dimettersi chi mi ha condannato». Clemente Mastella commenta il sindaco: «Ecco in quali mani ero capitato».

L'ANM gela il sindaco

«E' un sindaco inammissibile»

Le dichiarazioni forti del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, contro i magistrati che l'hanno condannato per abuso d'ufficio hanno suscitato la reazione immediata dell'Associazione nazionale magistrati: «Parole inaccettabili da un uomo delle istituzioni».

De Magistris contro i Magistrati

«Alle dimissioni pensino i giudici»

Luigi De Magistris sulla condanna a suo carico per abuso d'ufficio dichiara di non aver perso la fiducia nelle istituzioni - di cui si sente parte - e tuona contro i giudici che lo hanno condannato: «Vergogna, si dimettano loro«. Non cede, il sindaco di Napoli, e si dice pronto a resistere contro «l'artiglieria pesante«.

Grasso attacca De Magistris

«O si dimette o lo caccerà il prefetto»

Il presidente del Senato, Pietro Grasso, non si esprime in merito alla necessità o meno di presentare le dimissioni da parte del sindaco di Napoli Luigi De Magistris, ma ha sottolineato che, comunque, la legge sarà applicata come conseguenza alla sentenza.

Il sindaco alle strette

De Magistris pensi a Napoli

Il giorno dopo la condanna a quindici mesi per abuso d'ufficio, il primo cittadino di Napoli, Luigi de Magistris, si difende: «Si tratta di un errore giudiziario«. Da Forza Italia, Nitto Palma chiede che il sindaco pensi alle sorti della città; Franco Cardiello pretende le dimissioni; dal Pd ci si interroga sul problema più evidente: quali le sorti politiche di Napoli?

De Magistris condannato

Laboccetta: De Magistris vada via

Il vice coordinatore campano di Forza Italia chiede al primo cittadino di Napoli le dimissioni immediate in seguito alla condanna a un anno e tre mesi di reclusione per abuso d'ufficio.

Prodi e Mastella risarciti

Le intercettazioni costano a De Magistris 1 anno e 3 mesi

L'attuale sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, è stato condannato a Roma ad un anno e tre mesi di reclusione a conclusione del processo sull'acquisizione di utenze telefoniche di alcuni parlamentari relative al periodo in cui era pm a Catanzaro. Con lui è stato condannato anche il consulente informatico Gioacchino Genchi.

Inchiesta Why Not

Il Gup di Roma dispone il giudizio per De Magistris e Genchi

Prima udienza il 17 aprile prossimo. La contestazione attiene l'acquisizione e il trattamento nell'ambito dell'inchiesta denominata «Why not», di tabulati telefonici di alcuni parlamentari senza aver prima richiesto l'autorizzazione alle Camere di appartenenza

Riconosciuto non colpevole anche l'ex presidente Giuseppe Chiaravalloti

Processo «Why not», Loiero assolto

Il Governatore della Calabria: «Sono sollevato. Non poteva che finire così, finito calvario durato anche troppo»