16 luglio 2019
Aggiornato 14:00

Milan, Cerci e El Shaarawy al passo d’addio

Il mercato in uscita del Milan entra nel vivo e sono attese in settimana le cessioni di Cerci al Genoa e El Shaarawy alla Roma. Per quanto riguarda il primo, l’Atletico Madrid ha dato il benestare al prestito, mentre sul fronte romanista si attendono decisioni definitive sull’allenatore prima di chiudere con il Faraone.

MILANO - Se è vero quanto ribadito più volte da Adriano Galliani, e cioè che che prima di comprare a gennaio sarà indispensabile cedere, pare proprio che il mercato del Milan stia finalmente per entrare nel vivo. Dopo l’accordo con il Genoa per il prestito dello spagnolo Suso, l’ad rossonero sta cercando di chiudere in fretta altre due trattative importanti con l’amico Preziosi e con Walter Sabatini: le cessioni di Alessio Cerci e di Stephan El Shaarawy.

Cerci al Genoa, ci siamo
Al passaggio dell’esterno offensivo di Valmontone al Genoa, anche stavolta in prestito secco, si erano inizialmente opposti i proprietari del suo cartellino, l’Atletico Madrid e un fondo del Qatar. L’obiettivo era quello di liberarsi definitivamente dell’ex granata, operazione ritenuta oggettivamente impossibile alla luce del suo recente pessimo rendimento. Ed ecco la notizia tanto attesa: dalla Spagna assicurano che la dirigenza dei Colchoneros avrebbe dato il via libera alla conclusione della trattativa. Cambiare aria potrebbe fare bene a Cerci - così come è accaduto a Niang l’anno scorso, rinvigorito dalla cura Gasperini - e magari rialzarne le quotazioni, precipitate nell'ultimo anno e mezzo. Manca ancora il si del fondo del Qatar, ma l’operazione sembra in dirittura d’arrivo.

La Roma riflette su El Shaarawy
Un po’ più complessa la situazione legata a Stephan El Shaarawy. Milan e Roma avevano già raggiunto un accordo per il passaggio del Faraone in giallorosso sulla base di un prestito oneroso a 2 milioni di euro e di un riscatto obbligatorio di altri 10 milioni, fissato al raggiungimento delle 10 presenze.
Si attendeva un ok definitivo in giornata, ma il precipitare degli eventi sul fronte allenatore (Garcia pare sempre più vicino all’esonero) ha di fatto invitato la dirigenza romanista a temporeggiare per capire l’orientamento dell’eventuale nuovo tecnico. Anche in questo caso sono attesi sviluppi definitivi entro la settimana, dopodiché Adriano Galliani potrà iniziare a concentrarsi sulla vera campagna acquisti.