24 giugno 2019
Aggiornato 15:30

Milan e Juve, derby di mercato per Witsel

L’ormai prossima cessione di Vidal al Bayern Monaco potrebbe in qualche modo andare a scombussolare le strategie rossonere. La Juventus infatti ora potrebbe lanciarsi su Witsel, primo obiettivo per il centrocampo del Milan. Ma c’è anche un altro concorrente, l’agguerrito (e ricchissimo) Chelsea di Roman Abramovich.

MILANO - Adriano Galliani continua a ripetere che l’unico obiettivo del Milan, in questi ultimi 45 giorni di caldissimo mercato, è lui, Alessio Romagnoli, centrale difensivo della Roma valutato dai giallorossi ben 30 milioni di euro. Zlatan Ibrahimovic a parte, naturalmente, l’unico - per usare proprio le parole dell’ad rossonero - «con licenza di uccidere», quindi il solo capace di modificare radicalmente i piani societari del club di via Aldo Rossi.

Galliani nega, ma il Milan vuole Witsel
Al di là delle dichiarazioni di facciata però, al Milan si continua a lavorare sotto traccia su un vecchio pallino di Galliani, Axel Witsel. La mezzala belga dello Zenit San Pietroburgo, dopo un’iniziale reticenza, legata probabilmente a legittime ambizioni di giocare la Champions League, nelle ultime ore sembrava aver aperto definitivamente le porte ai rossoneri, accettando la melliflua corte dell’ad milanista e scaricando tutto il peso di un eventuale fallimento della trattativa sulle spalle del suo club, fermo e  intransigente sulla sua richiesta spropositata: 35 milioni per il cartellino del Diavolo Rosso.

Dopo la cessione di Vidal, anche la Juve sul belga
Proprio quando gli scenari sembravano delineati per il prosieguo di un’operazione lunga, difficile, ma comunque incanalata su una strada facilmente riconoscibile, ecco il fulmine a ciel sereno che potrebbe scombussolare i piani della dirigenza rossonera: la Juventus è pronta a cedere Arturo Vidal per 40 milioni di euro (altra cifra shock) al Bayern Monaco e di conseguenza potrebbe tornare a farsi sotto per un suo vecchio obiettivo, appunto Axel Witsel dello Zenit San Pietroburgo.

Su Witsel anche il Chelsea
Ma non è mica finita qui. Al Milan sanno bene che i derby di mercato con le rivali storiche del campionato di serie A possono rivelarsi dolorosi, oltre che fallimentari (ogni riferimento a Geoffrey Kondogbia è puramente voluto), ma se all’orizzonte inizia a manifestarsi il profilo ingombrante e minaccioso del Chelsea, allora la faccenda si complica sul serio. Come se non bastasse il rischio di inserimento della Juventus nella corsa a Witsel, infatti, nella giornata di ieri hanno iniziato a circolare voci, diffuse dal popolare network belga RTBF, relative ad un presunto viaggio di Roman Abramovich a San Pietroburgo.
Indovinate per cosa? Più che lecito pensare che l’avido Mourinho possa aver subito un’improvvisa fascinazione per il riccioluto centrocampista belga, tanto da indurre il suo munifico presidente ad andarglielo gentilmente a prelevare. 

Ipotesi Witsel al Chelsea e Oscar alla Juve
C’è da dire che l’inserimento del Chelsea in questa torbida vicenda di mercato, potrebbe anche non dispiacere troppo alla Juventus, da sempre interessata ad un altro giocatore dei Blues, il fantasista brasiliano Oscar, finora bloccato a Stamford Bridge dallo Special One, ma magari lasciato libero di collocarsi altrove nel caso di un nuovo prezioso innesto nella rosa del Chelsea, appunto Axel Witsel.
Ecco perché alla fine Marotta, se anche non dovesse farcela con il belga, potrebbe comunque portare a casa un acquisto importante per la mediana di Allegri. 

E il Milan?
Se le cose dovessero prendere la piega che stiamo provando a disegnare, Adriano Galliani potrebbe ritrovarsi con il classico cerino in mano: la sgradevole condizione, purtroppo già vissuta un paio di volte quest’estate, di dover cambiare forzatamente obiettivo dopo aver perso sanguinosi duelli di mercato. Con il risultato di esacerbare ancor di più gli animi di una tifoseria preoccupata nel vedere la società aver speso già tantissimi soldi (quasi 60 milioni di euro per Bacca, Luiz Adriano e Bertolacci), senza essere riuscita a delineare in maniera soddisfacente i contorni di una rosa che presenta ancora diversi buchi.
Galliani comunque, dall’alto della sua esperienza ultratrentennale, sa già come venirne fuori. Se l’obiettivo Witsel dovesse evaporare, la risposta per la piazza sarà scontata: il belga al Milan non è mai interessato. Avete presente la favola della volpe e l’uva, no?