17 agosto 2019
Aggiornato 17:00
Istituzioni

E «grazia» fu per Albertini: il Senato vota l'immunità (retroattiva)

Palazzo Madama con 185 sì, 65 no e 2 astenuti ha disposto che le dichiarazioni dell'ex sindaco di Milano fatte quando era europarlamentare esprimendo dubbi nei confronti del procuratore aggiunto di Milano Alfredo Robledo, sono insindacabili

Via libera dell'aula con 160 sì, mancano i voti di 3 dem e 7 Ap

Il Senato approva l'articolo 2, la maggioranza tiene (ma si riduce)

'accordo di maggioranza sulla riforma del Senato supera la prova del voto: l'aula di palazzo Madama ha approvato l'articolo 2 del ddl Boschi anche se con solo 160 consensi, un voto in meno rispetto alla maggioranza assoluta

Di Maio commenta il ballottaggio

L'Italia sceglie il cambiamento, che non è Renzi

Agli ultimi ballottaggi il Movimento 5 Stelle guadagna il cinque su cinque. Un risultato straordinario che schiaccia il Pd di Matteo Renzi. Per il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio gli italiani scelgono la coerenza e il cambiamento, doti che non appartengono al Partito democratico oggi

Le scuse del premier

Renzi 2 o Renzi 1? Questo è un Renzi 0

Matteo sostiene di avere mediato troppo e di voler tornare il vecchio rottamatore. Ma non ci riuscirà, perché ormai gli italiani hanno scoperto il suo bluff: troppe promesse fatte, nessuna mantenuta. Proprio come gli altri politici

Un imprenditore sconfigge l’ex magistrato Casson

A Venezia sconfitto lo statalismo

Luigi Brugnaro promette una città “apertissima ai privati” e convince i veneziani che per battere corruzione e malaffare non ci voglia più stato, ma concorrenza e voglia di rischiare in proprio, senza la rete protettiva dei soldi dei contribuenti.

Comunali 2015

Venezia si sveglia nel campo del centrodestra

Una svolta imprevista per il capoluogo lagunare storicamente roccaforte della sinistra. Il patron di Umana e Reyers, Luigi Brugnaro, compatta il centrodestra e lo porta alla vittoria col 53,2%, mentre l'ex pm Felice Casson si ferma al 46,79%.

Il segretario sul futuro del Pd

Renzi: «Sono pronto a discutere sulle primarie»

«Preferisco le primarie ai caminetti, dove decidono in dieci». Ma Matteo Renzi è pronto a mettere la questione della selezione dei candidati Pd «sul piatto della discussione con la minoranza», con l'obiettivo di «inventare un modello di partito nuovo».

Il premier, fischiato, risponde agli insegnanti

Renzi: «E' il momento di tirarsi su le maniche e cambiare l'Italia, non solo la scuola»

Per quanto riguarda le riforme e i problemi del paese "non è il momento di continuare a parlare come si è fatto in questi anni" ma di "scegliere" e "tirarsi su le maniche", ha ribadito il premier, Matteo Renzi, in occasione del sostegno alla dem Alessandra Moretti per le elezioni della presdienza del Veneto.

Ddl diffamazione: multe per il web

Bavaglio anche al giornalismo on-line

«Il Senato della Repubblica ha perso la grande occasione di tutelare il diritto dei cittadini ad avere una informazione libera, rispettosa della verità e delle persone»: lo afferma il presidente del Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti, Enzo Iacopino.

MoVimento 5 Stelle

«Sulla corruzione non c'è più tempo da perdere»

Beppe Grillo ha rilanciato sulle sue pagine Facebook la richiesta del gruppo parlamentare M5S a palazzo Madama affinchè il pacchetto di norme anti-corruzione e contro il falso in bilancio vengano messe immediatamente in discussione in aula al Senato

Politica & Riforme

La «campagna» per il Senato elettivo

«Porteremo la battaglia nel paese». E' quanto hanno annunciato in una conferenza stampa a palazzo Madama Vannino Chiti, Mario Mauro, Loredana De Petris e Felice Casson e Francesco Campanella che hanno presentato insieme ad altri senatori, in tutto 35, provenienti da diversi gruppi di maggioranza e di minoranza 14 subemendamenti alle riforme costituzionali tra i quali quello che chiede di mantenere

Partito democratico

I 14 autosospesi rientrano nel gruppo Pd al Senato

Restano alcune perplessità sull'applicazione dell'articolo 67 della Costituzione riguardo alle sostituzioni ma in ogni caso, fanno sapere, non ci saranno scissioni. I senatori critici sul progetto riformatore del governo intendono infatti continuare la battaglia nel partito e presentare emendamenti sia in commissione che in Aula anche alla luce delle novità che riguardano l'apertura del M5S

Diritti Umani

Tortura, iniziativa in Senato dopo rinvio legge in commissione

Conferenza stampa domani in Senato per iniziativa di senatori Pd e associazioni della società civile per tenere accesi i riflettori sulla introduzione del reato di tortura nel nostro ordinamento e la creazione di una Autorità indipendente di controllo