> <
RSS

Dalla Leopolda, discussione o divisione?

Matteo Renzi sarà presente tutti e tre i giorni della Leopolda, ma quest'anno non vestirà i panni del «conduttore». Il presidente del Consiglio, come assicurato anche in una e-mail ai volontari, sarà presente da venerdì a domenica, ma non sarà, come negli anni passati, sempre sul palco a gestire i lavori.

«Renzi ci spinge verso il dissesto»

Sulla Legge di Stabilità è in corso un vibrante e acceso dibattito. Ecco le voci di chi è contrario alla manovra renziana: Stefano Caldoro, presidente della Campania e vice presidente della Conferenza delle Regioni, Piero Fassino, presidente dell'ANCI e Matteo Richetti del Partito Democratico. Caldoro accusa Renzi di fare bella figura con gli 80 euro, ma di farli pagare agli enti locali.

Renzi vuole un «big» in Emilia Romagna

Di fronte al caos in Emilia, la nuova segreteria può aspettare, anche perché Renzi dovrà faticare non poco per rimettere ordine nella regione rossa per antonomasia: se Matteo Richetti ha fatto un passo indietro, Stefano Bonaccini resiste dicendo di avere «piena fiducia nei giudici e nei miei comportamenti» e lo stesso fa l'altro candidato Roberto Balzani.

Caos primarie PD in Emilia Romagna

Il «gran casino» che Matteo Renzi ha annunciato dal palco della Festa nazionale de l'Unità a Bologna domenica scorsa si è concretizzato: dei tre candidati alle primarie per individuare il candidato alle elezioni regionali per il post-Errani in Emilia-Romagna, uno, Matteo Richetti «renziano» della prima ora, si è già ritirato prima ancora di dare il via ufficiale alla campagna elettorale.

> <