26 giugno 2019
Aggiornato 12:00
Elezioni regionali

Richetti (Pd): «In Sicilia abbiamo perso», ma non è colpa di nessuno

Il deputato del Pd: «La sconfitta c'è stata e se nessuno se ne vuole prendere la responsabilità me la prendo io. Renzi qui non ha colpe»

ROMA - «Il Partito democratico ha perso le elezioni regionali in Sicilia. Ha perso perché un partito di governo si candida per governare, e migliorare la vita delle persone. Questo, purtroppo, migliorare la vita delle persone, non è riuscito bene nei cinque anni di governo della Regione Sicilia. E deludere le aspettative e le speranze dei cittadini è sempre la prima causa di una sconfitta». E' quanto si legge in un post pubblicato sulla pagina Facebook del Pd.

«Abbiamo insieme ad altri aderito alla proposta di Leoluca Orlando di candidare Fabrizio Micari. Una proposta - si legge ancora nel post - che avrebbe dovuto tenere unito il centrosinistra, ma c'è chi ha deciso di sfilarsi. Questa campagna elettorale ha però fatto conoscere a tutti il rettore della Università di Palermo. Lo ringraziamo davvero per il suo impegno, la sua trasparenza, la sua passione. Abbiamo voluto giocare una sfida complicatissima. Una sfida in cui abbiamo voluto che a prevalere fosse lo stile, il rispetto per l'avversario, la competenza, la pulizia delle liste. Una sfida gentile, come recitava il motto che abbiamo scelto per la campagna elettorale». «Da oggi - si conclude nel post - il Partito democratico riparte. Ribadendo forte e chiaro che non sarà mai il partito di quelli che vogliono 'bruciare vivi' gli avversari, quelli delle urla, quelli che soffiano sul fuoco della paura e vivono nella protesta perenne. Per chi vuole discutere con il Partito democratico delle idee per rilanciare il Paese, dentro questo modello, la porta è sempre aperta. Per portare ancora il centrosinistra al governo del nostro Paese».