18 ottobre 2019
Aggiornato 11:00
A La Sapienza

Padoan attacca la Germania su disoccupazione e disuguaglianze

Il ministro dell'Economia è intervenuto durante l'evento in memoria di Tarantelli e ha sottolineato che per sconfiggere la crisi economica serve un approccio comune, perché la crescita da sola non basta più

La tesi di Stiglitz

Perché la fine dell'euro è l'unica via d'uscita per l'Europa

Secondo il premio Nobel Joseph Stiglitz, l'unica soluzione possibile ai mali del continente è la fine della moneta unica, perché l'euro ha prodotto una crisi perfino peggiore di quella causata dalla Grande Depressione del 1929.

più disparità meno crescita

Disuguaglianze, ecco perché noi italiani stiamo diventando sempre più poveri

Il rapporto Oxfam sulla ricchezza internazionale è impietoso: nel Belpaese il 30% del reddito nazionale è nelle mani del 5% della popolazione. Vi spieghiamo perché la crescita è a rischio in una società disuguale e perché è importante occuparsi delle disuguaglianze

Il riconoscimento di Time e Financial Times

Merkel «persona dell'anno»? Perché la cancelliera non è il «vanto dell'Europa»

La gestione della crisi dei rifugiati è valsa, ad Angela Merkel, una candidatura per il Nobel per la Pace, il titolo di «Persona dell'anno», e le definizioni di «cancelliera del mondo libero» e di «vanto di tutta l'Europa». Ma noi, in proposito, qualche dubbio lo abbiamo

L'accordo per Atene ha un prezzo salatissimo

Tsipras avrà pure «perso», ma la vera sconfitta è l'Europa

Dopo il «no» greco, abbiamo timidamente sperato che Bruxelles potesse imparare la lezione. Invece, l'accordo raggiunto, per Atene, ha un prezzo salatissimo. Forse, avrà addirittura il risultato di far saltare la testa di Tsipras. Che sì, avrà pure «perso»; ma la più grande sconfitta, in tutta questa storia, rimane l'Europa

L'opinione di due economisti di fama internazionale

«Atene è la dimostrazione che l’euro e l’austerity hanno fallito»

Mentre il referendum si avvicina, Tsipras sembra conquistare una sempre più larga fetta di opinione pubblica. Tra i sostenitori, anche due illustri economisti. Secondo cui l'euro e l'austerity hanno fallito, e i leader europei hanno un obiettivo più politico che economico...

Il futuro dell'UE è nelle mani di Atene

I greci voteranno «No»

In attesa del referendum del 5 luglio, che determinerà il destino dell'Ue, alcuni dei maggiori economisti del nostro tempo lanciano un appello in favore di Alexis Tsipras. Ecco cosa - e perché - voterà il popolo greco

I Nobel dell'economia dichiarano guerra alle multinazionali

Google e Apple a rischio con la minimum tax

Joseph Stigliz, durante il festival dell'Economia di Trento, ha lanciato una proposta rivoluzionaria per combattere l'evasione fiscale dei colossi di Wall Street, che danneggia governi e cittadini. Ecco di cosa si tratta.

Relazioni internazionali

UE ed USA portano avanti le discussioni segrete sul Ttip

Lo scorso 2 febbraio sono ripresi i negoziati riservati fra Unione europea e Stati uniti per la creazione di un'area di libero scambio fra la due sponde dell'Atlantico, conosciuto come Transatlantic Trade and Investment Partnership. Pochissimi i dettagli ufficiali, su un accordo che riguarda 820 milioni di cittadini.

Scenari

La crisi mondiale si frangerà contro l’Europa Orientale?

Uno degli economisti di primo piano americani, Premio Nobel Joseph Stiglitz nella sua colonna d’autore dell’edizione Project Syndicate ha dichiarato che le previsioni più cupe su una stagnazione lunga, anzi perpetua e sul calo del tenore di vita della popolazione degli USA e dell’Europa si possono avverare a causa di errori di governi

L'economista premio Nobel in un'intervista al quotidiano austriaco Der Standard

Crisi, Stiglitz: L'austerità è un fantasma che non ha mai funzionato

Ci vuole un cambiamento di strategia. «I debiti pubblici devono essere mutualizzati», ha affermato, con una linea che indirettamente sostiene ipotesi come quelle di creare eurobond. Serra (Algebris): L'unica agenda per mercati è quella di Monti