10 dicembre 2019
Aggiornato 00:30
Oltre le fake news, oltre la post verità

Trump, i forni di Assad, il Russiagate e lo storytelling: come i media manipolano le nostre ultime (r)esistenze cerebrali

Il presidente Trump anziché regalare gagliardetti e penne antiche al ministro russo Lavrov dona informazioni top secret. Assad è Hitler, incenerisce gli oppositori in un forno crematorio. Dosi sempre maggiori di propaganda vengono somministrate per scuotere il consumatore mediatico occidentale

Il ministro della Difesa Usa avverte Damasco

Mattis in Israele: senza dubbio Assad ha conservato armi chimiche

Il ministro della Difesa statunitense James Mattis, nel corso di una visita in Israele, ha dichiarato che senza alcun dubbio il regime siriano di Bashar al-Assad ha conservato la capacità di utilizzare armi chimiche

L'enigma Iraq

Mosul, perché (e per cosa) anche noi italiani combattiamo sul campo

Quale sia il nostro compito e cosa facciamo è ignoto. Sicuramente rispondiamo ad una chiamata che giunge dagli Stati Uniti, e come spesso accade il Governo tenta di mitigare il ruolo dell’esercito, mascherando le operazioni sotto una potente retorica.

I parenti dei soldati uccisi: è lui il responsabile

Iraq, Blair si difende: «La guerra era la cosa giusta da fare»

L'ex primo ministro Tony Blair si è lanciato in un'appassionata difesa dell'intervento militare britannico in Iraq, nel 2003, dopo che un rapporto ufficiale lo ha dichiarato controproducente e mal concepito

Saddam Hussein non rappresentava una minaccia imminente

Iraq, Rapporto Chilcot inchioda Tony Blair: la guerra fu un errore

A 13 anni dall'intervento britannico dell'Iraq, esce l'atteso rapporto della commissione d'inchiesta presieduta da John Chilicot. Che inchioda letteralmente l'allora primo ministro Tony Blair

La testimonianza

Io come Regeni, finito dentro un casino enorme in Iraq

Nel lontano 2003 ero uno dei pochissimi giornalisti italiani a girare per Baghdad, e per l’Iraq, in piena autonomia. Il mio compito era quello di fare il cantore del regime. Ma sono finito nel posto sbagliato al momento sbagliato

Cosa c'è dietro l'annuncio russo del ritiro dalla Siria

Missione compiuta. Il ritiro dalla Siria è l'ennesimo colpo da maestro di Putin

L'annuncio del ritiro delle forze russe in Siria, che ha lasciato gli Usa a bocca aperta - proprio come, mesi fa, la notizia dell'intervento -, è la perfetta chiusa di un autentico capolavoro geopolitico. Che ha riportato la Russia in prima fila sulla scena internazionale

Il rapporto choc di Amnesty International

L'amara verità. Ecco di chi sono le armi che l'Isis ci punta contro

In un momento in cui lo Stato islamico è considerato il nostro principale nemico, è ora di prendersi le proprie responsabilità. Perché le armi che i jihadisti usano per massacrare civili e minacciare l'Occidente, ormai è acclarato, gliele abbiamo date noi

Uscito ieri il nuovo episodio di Call of Duty

Ecco come l'America fa propaganda (anti-russa) con i videogames

Non solo le ultime vicende geopolitiche ci testimoniano che, per Washington, Mosca è l'attuale grande «nemico». A dimostrarlo, anche i videogames. Come il nuovissimo episodio di Call of Duty, dove il giocatore è chiamato a combattere con la Nato contro (guarda caso) la Russia

Un ex agente dei servizi segreti di Saddam Hussein

Ecco chi sarebbe l'ideatore dell'Isis

Der Spiegel ha ritrovato documenti che indicano Haji Bakr, ex agente dei servizi segreti di Saddam Hussein, come l'ideatore del califfato. Bakr, amareggiato e disoccupato dopo lo scioglimento dell'esercito iracheno, avrebbe pianificato nei dettagli la creazione di un califfato in Siria.

Sarà esposto in un museo militare in Missouri

Il bagno della cella di Saddam sarà esposto in un museo USA

Non resta nulla nella prigione della presenza di Saddam: il piano in cemento, sul quale una volta c'era un materasso, è vuoto. Il lavabo e le toilette in alluminio sono scomparsi