17 luglio 2019
Aggiornato 03:00
Politiche europee

«Con la Brexit buco da 12 miliardi l'anno in bilanci UE»

Lo ha ricordato a Bruxelles il commissario europeo al Bilancio e Risorse umane, Guenther Oettinger, presentando il Libro Bianco sul futuro delle finanze dell'Unione, un documento di riflessione varato oggi dall'Esecutivo comunitario: «Saranno necessari tagli o nuove risorse»

Gli USA avvertono l'Europa

No alla «politicizzazione» dell'indagine antitrust su Google

In quello che è stata giudicata una rara dichiarazione pubblica sulle vicende regolatorie del gruppo californiano in Europa, la missione Usa in Europa ha espresso «preoccupazione» per la bozza di risoluzione del Parlamento europeo che preme per una separazione del motore di ricerca di Google da altri servizi commerciali.

La crisi del gas

Gas e sanzioni: Bruxelles pagherà per tutti

Dovrà essere l'Unione Europea a finanziare le forniture invernali di gas russo verso l'Ucraina. Tale dichiarazione è stata fatta dal Cancelliere tedesco Angela Merkel. Il Ministro degli Esteri della Germania, nel frattempo, invita Bruxelles a determinare le condizioni di revoca delle sanzioni contro la Russia.

Nessun accordo Russia-Ucraina-UE su gas

Crisi del gas, Oettinger critico con Kiev: «Mosca ha diritto di arrabbiarsi»

Secondo la tv russa NTV il Commissario europeo per l'energia, si sarebbe rivolto agli ucraini con queste parole: «Da sette mesi non pagate per il gas russo. Se al macellaio per sette mesi non pagate la carne, credete che non si arrabbierà?». Intanto fonti da Mosca parlano chiaro «La Germania è molto preoccupata che le forniture siano interrotte, per questo fa pressioni sull'Ucraina»

La Russia tratta con l'Ucraina

Il negoziato del gas

A Berlino ha avuto luogo l'incontro tra il ministro dell'Energia russo Alexander Novak, quello ucraino Yuri Prodan e il commissario europeo per l'Energia Oettinger. Si è raggiunto un primo accordo sulle forniture di gas che la Russia concederà all'Ucraina, ma solo fino alla primavera.

La crisi ucraina

Gli Stati Uniti sono pronti a lasciare senza gas l’Ucraina

L’introduzione da parte di «Gazprom» della modalità di prepagamento delle forniture di gas alla «Naftogaz Ucraina» è stata una logica conseguenza della politica, in gran parte autodistruttiva, che l'Occidente ha condotto la scorsa settimana sulla questione dei debiti ucraini sul gas.

Dopo il blocco delle trattative sul gas

Kiev in un vicolo cieco

L'estate passa in fretta e se non sarà raggiunto un compromesso stabile nelle prossime settimane, l'autunno e soprattutto l'inverno potrebbero diventare critici non solo per l'ex repubblica sovietica, ma anche per alcuni paesi europei.

La crisi del gas

L'Ucraina cerca il gas dalla Slovacchia

La compagnia del gas ucraina Naftogaz Ukrainy ha chiesto alla Commissione europea un apporto consistente di gas proveniente dall'invesrione del flusso delle forniture dalla Slovacchia, dopo che Mosca ha deciso d'interrompere le consegne a Kiev.

Politica energetica

Il bluff della Commissione Europea sul gas

Il Commissario dell’Ue per l’energia Günther Oettinger ha dichiarato che l’adozione della «decisione politica» sulla realizzazione del gasdotto South Stream è impossibile finché la Russia non avrà riconosciuto il Governo di Kiev. Ma i partecipanti stessi al progetto non vogliono politicizzarlo e ne sottolineano i vantaggi economici.

La crisi ucraina

«Villania del gas» dell'Ucraina

La Russia, l'Ucraina e l'Unione Europea lunedì continueranno i negoziati sui debiti del gas di Kiev e sulle future forniture del «carburante blu» all'Ucraina. Secondo l'affermazione della parte ucraina, ha già disposto venerdì scorso il trasferimento alla Russia dei soldi per l'estinzione di una parte del debito che Kiev non contesta – 786 milioni di dollari USA.

La crisi Ucraina

Gazprom avverte Kiev

Il colosso russo del gas avverte l'Ucraina che deve pagare due miliardi di dollari entro il 30 maggio, come concordato in linea di massima ieri a Berlino a un un incontro il Commissario Ue all'energia, Guenther Oettinger, il ministro russo dell'Energia Aleksander Novak e il responsabile dell'export di Gazprom, Dmitri Medvedev.

Politiche energetiche

L'Unione Europea opta per la diversificazione energetica

Il Commissario europeo per l’energia Gunther Oettinger ha proposto all’UE di tenere una riunione per discutere la strategia di lungo termine nel campo energetico, volta a diversificare le forniture delle risorse.