16 novembre 2018
Aggiornato 10:00

Milan: nuova insidia per Suso, lo spagnolo a un bivio

L’attaccante spagnolo è l’unico rossonero ad avere una clausola rescissoria che lo libererebbe per una cifra di poco inferiore ai 40 milioni di euro.
L'attaccante spagnolo del Milan Suso
L'attaccante spagnolo del Milan Suso (ANSA)

MILANO - È l’unico ad avere una clausola rescissoria che di fatto potrebbe liberarlo dal Milan in qualsiasi momento, ma in realtà la situazione di Jesús Joaquín Fernández Sáez de la Torre, in arte Suso, non è molto diversa da quella di quasi tutti i giocatori rossoneri: c’è un prezzo fissato per il cartellino, quindi tutto può accadere.
Per lo spagnolo il prezzo d’acquisto è scritto già sul suo contratto con il club  di via Aldo Rossi, 38 milioni di euro, per gli altri invece non c’è nulla di scritto ma è ben noto che per Donnarumma, ad esempio, il Milan pretenda almeno 70 milioni; per Andrè Silva almeno 40; per Kalinic almeno 25 e così via.

Simeone chiama
Quello che ancora non è ben chiaro, tornando al fantasista spagnolo nato a Cadice nel 1993, è quale sia la sua reale volontà. Se restare quindi a Milanello a continuare il percorso appena iniziato con Rino Gattuso, oppure accettare qualcuna delle varie offerte che stanno iniziando ad arrivare sulla scrivania del suo procuratore Lucci. L’ultima della serie, come riportato dalla spagnola Cadena SER e successivamente confermata anche da AS, porta in calce una firma illustre, quella di Diego Pablo Simeone. Ad aver fatto un pensierino a Suso infatti è l’Atletico Madrid. Tra i Colchoneros e l’entourage del giocatore ci sarebbe già stato un primo contatto e pare che il club biancorosso sia disposto a pagare per intero la cifra della clausola rescissoria del calciatore pur di poterlo avere in rosa il prossimo anno.

La volontà di Suso
A questo punto la palla passa nelle mani del ragazzo, lusingato dall’interesse dell’Atletico Madrid, ma anche del Napoli di Carlo Ancelotti, il cui presidente però, il vulcanico De Laurentiis, sembrerebbe intenzionato a chiedere uno sconto sulla clausola. Richiesta che naturalmente verrebbe rispedita al mittente da Fassone e Mirabelli.
Che fare quindi per Suso? Accettare la corte di Simeone, convincere il Napoli a pagare quanto dovuto oppure rifiutare tutte le offerte e continuare a giocare con la maglia rossonera numero 8 grazie alla quale ha ottenuto la visibilità internazionale e l’affetto incondizionato dei tifosi milanisti? Entro pochi giorni avremo la risposta, che condizionerà inevitabilmente anche il resto del mercato del Milan.