8 aprile 2020
Aggiornato 18:30
Calcio - Serie A

Montella, sciolti gli ultimi dubbi di formazione

Il Torino recuperara Iago Falque e cerca la vittoria interna contro il Milan che manca dal 2001-02. Montella dal canto suo perde i pezzi sulle fasce, schiera il giovane Calabria a sinistra e punta sul centrocampo baby formato da Pasalic, Locatelli e Bertolacci. In avanti Bonaventura accanto a Suso e Bacca.

MILANO - Con Torino-Milan si chiude la giornata numero 20 del campionato italiano di calcio, turno che ha visto trionfare tutte le principali concorrenti del Milan per un posto in Europa (Roma, Lazio, Napoli, Inter e Fiorentina). Ragion per cui i ragazzi di Montella questa sera all’Olimpico di Torino sono chiamati all’impresa per non complicare ancor più una classifica già spoglia degli ipotetici tre punti in palio di Bologna-Milan, incontro da recuperare l’8 febbraio, alle 20.45.

15 anni senza vittorie

Il Torino è chiamato ad un pronto riscatto dopo i due tracolli stagionali al cospetto dei rossoneri, 3-2 in campionato alla prima di ritorno e 2-1 qualche giorno negli ottavi di finale di Coppa Italia. Ma la tradizione non sorride benevola ai granata che in casa contro il Milan non vince dal 4 novembre 2001, quando un gol di Cristiano Lucarelli costrinse i rossoneri di Terim, con Albertini, Gattuso, Rui Costa e Inzaghi in campo, alla resa.

Negli ultimi tre confronti casalinghi invece è stato predominante il segno: 1-1 il 17 ottobre 2015, ancora 1-1 il 10 gennaio 2015 e 2-2 il 14 settembre 2013.

Vangioni mai

Per quanto riguarda le scelte definitive dei due tecnici, Sinisa Mihajlovic recupera Iago Falque in avanti e punta su una formazione così composta: Hart; Zappacosta, Rossettini, Moretti, Barreca; Benassi, Valdifiori, Obi; Iago Falqué, Belotti, Ljajic.

Vincenzo Montella invece è costretto a far fronte ad una piccola emergenza sulle fasce, dove al previso ko di Luca Antonelli si è aggiunto quello del titolarissimo Mattia De Sciglio. Il tecnico rossonero ha deciso di puntare tutto su Davide Calabria, preferendo inserire il talento cresciuto nel vivaio rossonero, seppur fuori ruolo, piuttosto che dare una chance al mancino argentino Vangioni, preso a giugno a parametro 0 e rimasto a 0 anche quanto a minuti giocati.

Niang ancora in panca

Per quanto riguarda il resto delle scelte, confermato Bonaventura nel tridente d’attacco al posto di Niang ancora in panchina e centrocampo baby con Pasalic, Locatelli e Bertolacci. Questa la formazione definitiva: Donnarumma; Abate, Paletta, Romagnoli, Calabria; Pasalic, Locatelli, Bertolacci; Suso, Bacca, Bonaventura. All. Montella. 

Arbitrerà l’incontro il signor Tagliavento.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal