Valute

Fed, crescita moderata in Usa: il rialzo dei tassi sarà graduale

La presidente Janet Yellen interviene davanti alla commissione Finanza della Camera per fare il punto sul quadro macroeconomico dell'economia statunitense

La presidente della Federal Reserve, Janet Yellen, fa il punto sul quadro macroeconomico dell'economia statunitense.
La presidente della Federal Reserve, Janet Yellen, fa il punto sul quadro macroeconomico dell'economia statunitense. (ANSA/TANNEN MAURY)

NEW YORK - Negli Stati Uniti si è vista «una crescita a passo moderato quest'anno» e «i recenti indicatori suggeriscono che ha accelerato nel secondo trimestre». Queste le parole che pronuncerà Janet Yellen, nel discorso preparato per la sua testimonianza semestrale davanti alla commissione Finanza della Camera, in programma alle 10 (le 16 in Italia). Il testo è stato depositato in Congresso e diffuso dalla Fed. Il Fomc, il comitato monetario della Federal Reserve, «prevede che l'economia continuerà a espandersi a passo moderato». Secondo Yellen, ci sono continui miglioramenti del mercato del lavoro, con una partecipazione «stabile» e un sistema in grado di assorbire i nuovi ingressi, anche se «cambiamenti della politica monetaria potrebbero rappresentare un fattore di rischio».

La politica monetaria della Fed resta accomodante
In generale, comunque, «ci sono all'incirca le stesse possibilità che l'economia faccia meglio o peggio del previsto».Il costo del denaro, ha ancora ribadito Yellen, «resta in certa misura al di sotto» del livello naturale e i fattori che lo frenano «diminuiranno nel corso del tempo». La politica monetaria della Fed resterà accomodante e «rialzi graduali dei tassi di interesse saranno probabilmente appropriati per i prossimi anni». La Federal Reserve perciò continuerà ad aumentare «gradualmente» i tassi di interesse negli Stati Uniti, in modo da «sostenere l'espansione economica».

Il rialzo dei tassi sarà lento e graduale
Yellen ribadirà inoltre che le azioni per la riduzione del bilancio della Banca centrale, volato sopra 4.500 miliardi di dollari a causa delle misure varate dopo la crisi finanziaria, «inizieranno quest'anno, dato che l'economia evolve ampiamente come anticipato».La prossima riunione della Fed è in programma il 25 e 26 luglio. A giugno i tassi sono stati alzati, per la seconda volta nel 2017, a un range tra 1 e 1,25 per cento. Ma Yellen ha sottolineato che «non sarà necessario un forte aumento dei tassi d'interesse nei prossimi due anni per arrivare ad ottenere una politica monetaria neutrale, considerando che al momento sono già abbastanza bassi rispetto agli standard storici».