23 giugno 2017
Aggiornato 12:00
Troppi buoni lavoro

Voucher, l'affondo di Boeri: «I sindacati e le cooperative sono quelli che li usano di più»

Il presidente dell'Inps in auduzione alla Camera è tornato a parlare dei buoni lavoro e del loro abuso. Boeri ha sottolineato che ha utilizzarli in maggior parte sono proprio i sindacati e le cooperative

Il presidente dell'Inps, Tito Boeri.
Il presidente dell'Inps, Tito Boeri. (ANSA)

ROMA - «Bisogna agire con il bisturi e con attenzione per scoraggiare l'abuso dei voucher e non il loro uso». Lo ha detto il presidente dell'Inps, Tito Boeri, che è tornato a parlare dei famigerati buoni lavoro durante l'audizione in commissione Lavoro della Camera.

Boeri: Più controlli sui voucher
Boeri ha sottolineato che nelle proposte su tracciabilità e revisione dello strumento si cerca di colpire più l'utilizzo dei voucher che l'abuso. Inoltre, «non sempre le proposte hanno valutato la fattibilità dei controlli».Secondo il numero uno dell'Inps, per scoraggiare l'abuso dei voucher «l'architettura dei controlli è fondamentale» e, in questo senso, sarebbe «razionale» unificare tutto in capo all'Inps per renderli più «efficaci». Inoltre, servirebbe mettere un tetto per giornate di lavoro piuttosto che sul reddito.

Le imprese non possono fare il bello e il cattivo tempo
Boeri ha aggiunto che «le imprese devono sapere che non possono fare il bello e cattivo tempo» e ha poi ricordato che l'obiettivo di contrastare il lavoro nero «non è stato conseguito se non in modo marginale» e anche se i buoni lavoro avessero contribuito all'emersione «si tratterebbe soltanto di una goccia nel mare», ha aggiunto. Poi è arrivata la stangata nei confronti dei sindacati, perché secondo il presidente dell'Inps «tra i maggiori utilizzatori dei voucher, in rapporto al numero dei committenti, vi sono le organizzazioni sindacali e le cooperative».

I dati diffusi dall'Inps sull'uso dei buoni lavoro
Boeri ha fornito alla commissione alcuni dati, ma non i nomi delle singole aziende o dei singoli enti. Come riporta Il Corriere, una delle imprese che ha utilizzato il maggior numero di buoni lavoro è la Juventus, che li ha impiegati per pagare gli steward dello stadio di proprietà. Inoltre, si sa che oltre l’80% delle imprese che utilizzano i voucher è costituito da piccole aziende, che contano fino a 9 dipendenti. Secondo la tabella Inps, però, ben 36 organizzazioni sindacali hanno usato 279.976 voucher (7.777 voucher per committente) e 408 società cooperative e mutue assicuratrici hanno fatto ricorso a 2.397.995 buoni lavoro (5.877). Ricordiamo che proprio la Cgil ha promosso il referendum abrogativo sul Jobs Act.