27 maggio 2019
Aggiornato 16:00

Mercato Milan, tutto su Banega

Il centrocampista argentino, in scadenza di contratto con il Siviglia, sembra essere diventato il primo obiettivo della dirigenza rossonera. Prima però c’è da sistemare De Jong: la Premier chiama, c’è Ranieri ad aspettarlo.

MILANO - Ormai i social network sono diventati il termometro degli umori della gente e non è difficile, girovagando su Facebook, Twitter, Instagram etc etc, intuire che il popolo rossonero è tutto fuorchè soddisfatto. La testimonianza di un tifoso del Milan, raccolta nel corso della prima domenica dell'anno, ancora senza calcio giocato, è esemplificativa di quanta cupa rassegnazione ci sia all'interno della tifoseria milanista: «Ormai per parlare di noi i giornali sono costretti a creare notizie su Balotelli e ci piazzano in sedicesima pagina, prima del calcio minore».
E in effetti è vero: quello che continua a disturbare i tifosi milanisti è scoprire come tutte le altre big della nostra serie A siano coinvolte in trattative spettacolari per accaparrarsi fior di calciatori (la Juve su Gundogan, Isco e l’ottimo Mandragora; l’Inter su Lavezzi, Mertens e Candreva; il Napoli su Kramer, Gomes, Klaassen; la Roma su Arbeloa, Debuchy, Gerson), mentre invece del Milan si parla solo in ottica cessioni.

Galliani: «Se non esce nessuno…»
Ora va bene che il celebre ritornello evocato da Adriano Galliani in occasione dell’ultima giornata di campionato del 2015: «Se non esce nessuno non entra nessuno» è tornato di moda, però preoccupa la totale assenza di strategia della dirigenza rossonera per quanto riguarda la campagna acquisti. I soli nomi associati al mercato in entrata del Milan sono quelli del sempre verde Witsel, centrocampista buono per tutte le stagioni e per tutte le sessioni di calciomercato; dell’improbabile Lavezzi, troppo costoso anche a parametro 0 e soprattutto, vista la sovrabbondanza a Milanello di prime e seconde punte, di discutibile utilità nel nuovo scacchiere tattico disegnato da Mihajlovic; e dell’immancabile genoano di turno, l’argentino Perotti, conteso anche dalla Roma.

Banega, primo obiettivo rossonero
Ora però sembra che qualcosa stia iniziando finalmente a muoversi dalle parti di via Aldo Rossi, anche in ottica nuovi acquisti. Detto per inciso che l’opzione Witsel, per quanto affascinante, pare molto - troppo - lontana da una positiva risoluzione, vista la cifra esorbitante richiesta dallo Zenit San Pietroburgo, inizia a prendere forma e corpo in casa Milan una suggestione già evocata qualche giorno fa proprio da noi sul diariodelweb.it. Parliamo del centrocampista del Siviglia Ever Banega, centrale classe ’88 ed elemento ideale per il nuovo scacchiere tattico disegnato da Sinisa Mihajlovic. Il regista argentino è in scadenza di contratto e anche l’allenatore del club andaluso, Unai Emery, sembra aver preso coscienza del fatto che il futuro di Banega non sarà più in Spagna, tanto da lasciarlo fuori dagli undici titolari nel primo match dell’anno contro il Granada.

L’argentino ai margini del Siviglia
Agli osservatori rossoneri però non deve essere sfuggito come, una volta entrato in campo l’argentino ad inizio ripresa, la manovra del Siviglia è letteralmente decollata e i campioni dell’Europa League hanno quasi rischiato di pareggiare una partita che sembrava compromessa. L’assist prezioso di Banega per l’attaccante Gameiro a pochi minuti dalla fine, peraltro malamente sciupato dall’attaccante del Siviglia, potrebbe rappresentare lo spot perfetto per descrivere al meglio il talento e la classe del regista albiceleste. Un calciatore con queste caratteristiche è proprio ciò che manca al Milan, ormai dai tempi dell’addio di Pirlo, e riuscire a convincerlo a trasferirsi in rossonero potrebbe essere la mossa giusta per tentare la rincorsa al terzo posto e ad un posto nella prossima Champions League.

De Jong verso il Leicester
Perché tutto ciò possa essere realizzato è però indispensabile che Galliani metta a punto almeno una cessione nel reparto reparto di centrocampo, ad esempio quella di Nigel De Jong, zavorrato da un contratto triennale pesantissimo da 3 milioni di euro netti l’anno. In soccorso dell’amministratore delegato del Milan potrebbe esserci ancora una volta la Premier League, nella fattispecie il Leicester di Claudio Ranieri che non disdegnerebbe di poter avere tra le tue fila il roccioso centrocampista olandese.

Oggi è il primo giorno di mercato: mettiamoci comodi e prepariamoci alle sorprese.