24 giugno 2019
Aggiornato 13:00
Da Le Monde al Washinton Post

El Pais durissimo contro Renzi: Un dito medio a chi ha pensato di fare la rivoluzione senza consenso

'E' arrivato al potere senza passare per le urne ed è stato divorato dalle urne, anche per aver preteso di introdurre una minirivoluzione senza neppure avere il consenso del suo partito' scrive il quotidiano spagnolo

ROMA - E' la notizia della bocciatura della riforma costituzionale e delle dimissioni di Matteo Renzi ad aprire tutti i quotidiani stranieri. "Renzi si dimette dopo la sconfitta referendaria", titola a tutta pagina il Financial Times, con una fotografia del volto afflitto del presidente del Consiglio, aggiungendo: "L'Italia affronta una nuova crisi dopo che gli elettori hanno respinto con ampio margine il progetto di riforme".

Le Monde e i 3 possibili scenari
"Gli italiani hanno bocciato una complicata riforma costituzionale - si legge sul tedesco Der Spiegel - e ora il premier Matteo Renzi ne trae le conseguenze». Il francese le Figaro guarda all'incertezza dei mercati e titola: "Referendum italiano: l'euro ai minimi da marzo 2015" di fronte al dollaro dopo l'annuncio delle dimissioni del premier italiano. Le Monde guarda avanti e prospetta i tre possibili scenari dopo il voto: Matteo Renzi resta al potere, un governo tecnico, scioglimento immediato delle Camere.

El Pais punta il dito medio a Renzi
Molto duro il quotidiano progressista spagnolo El Pais: "Un dito medio a Renzi", si legge. E ricorda: "E' arrivato al potere senza passare per le urne ed è stato divorato dalle urne, non solo per aver sovrastimato la sua reputazione tra i compatrioti, ma anche per aver preteso di introdurre una minirivoluzione senza neppure avere il consenso del suo partito".

Washington Post: "Un colpo all'establishment europeo"
Tra i quotidiani americani il più esplicito è il Washington Post, con un pezzo di spalla in apertura sul sito. "Il premier italiano si dimette, un colpo all'establishment europeo", sottolineando che le dimissioni di Renzi "rischiano di scatenare turbolenze finanziarie nella terza economia europea». Il Wall Street Journal titola: "Il premier italiano lascia dopo una bruciante sgridata dagli elettori" e osserva che così "consegna la vittoria ai populisti nel cuore dell'Europa». "Europa in tumulto dopo la sconfitta del premier italiano" titola il quotidiano britannico The Times. Il Guardian apre con "Il premier italiano Matteo Renzi si dimette dopo la sconfitta al referendum", mentre il sito arabo Al Jazeera sottolinea l'alta partecipazione alle urne, "un dato che riflette l'alta posta in gioco e la varietà delle diverse questioni in ballo".