18 giugno 2019
Aggiornato 06:30
MotoGP | Gran Premio di San Marino

Beltramo intervista Pernat: «Quando torna Valentino Rossi? Ve lo dico io»

«Vedrete che si presenterà ad Aragon e proverà a correre», è convinto Carletto, il decano dei manager del Motomondiale. Sul titolo iridato, invece, si sbilancia sulle chance della Ducati: «Marquez può solo perderlo, tanto quanto Dovizioso può vincerlo. Mai visto un Andrea così!»

MISANO ADRIATICO – Giudizi ancora sospesi dopo le libere del venerdì a Misano, ma il mitico Carlo Pernat azzarda già qualche pronostico dei suoi: «Tutto sommato le prove un verdettino lo hanno lasciato – racconta ai microfoni del nostro Paolo Beltramo – La mia impressione è che la Honda sia abbastanza ben messa: la vedo combattiva, più con Marquez che con Pedrosa. Marc, però, il Mondiale può solo perderlo, tanto quanto Dovizioso può vincerlo».

Si può fare
Il decano dei manager della MotoGP, insomma, crede nelle chance della Rossa di Borgo Panigale: «La Ducati, grazie a Dall'Igna, sembra che stia diventando una moto di riferimento, come prima erano Honda e Yamaha. Le alette le ha inventate lui, gliele hanno levate, le ha rimesse e gliele hanno copiate: tanto scemo non è. E poi c'è questo Dovi che quest'anno ha fatto un bel salto di qualità. Ha battuto Marquez nel modo di Marquez e Valentino nel modo di Valentino. Mai visto un Dovizioso così! Pensa che adesso è caposquadra...». A dispetto del pagatissimo Jorge Lorenzo: «Con Lorenzo abbiamo scommesso una cena: lui dice che qui vince, io che arriverà secondo. Se vinco io mi mangio sushi a go go nel posto più caro di Milano, te lo posso garantire!»

Torno subito
Quando a Valentino Rossi, Pernat si dice sicuro che la sua assenza forzata non durerà ancora a lungo: «Vedrai che lui un saltino ad Aragon lo farà: sono convinto. Si presenterà al giovedì, chiederà al medico di gara se è o meno in forma. Ci crede ancora, anche se per tenerlo in corsa qui dovrebbero fare degli zeri i suoi avversari. Lui ha tanta voglia, conosci Vale. Sono anche contrario alle critiche: Valentino è così proprio perché si sveglia alle 11 e ogni giorno prova da mezzogiorno alle cinque, giocandosi una pizza con i ragazzini».