30 ottobre 2020
Aggiornato 00:00
MotoGP

Gp Emilia Romagna: Vinales vince, Bagnaia e Rossi cadono. Dovisizio (8°) sempre in testa al mondiale

Un Gran Premio ricco di colpi di scena il più eclatante dei quali ha visto protagonista Pecco Bagnaia caduto a 7 giri dal termine quando era al comando della gara

Maverick Vinales, vincitore del GP dell'Emilia Romagna
Maverick Vinales, vincitore del GP dell'Emilia Romagna Yamaha

Maverick Vinales ha vinto il Gp di San Marino, settima prova del Motomondiale. Un Gran Premio ricco di colpi di scena il più eclatante dei quali ha visto protagonista Pecco Bagnaia caduto a 7 giri dal termine quando era al comando della gara. Partito dalla pole position Vinales si gode il successo, il primo stagionale davanti a Mir, Quartararo (ma il francese è costretto a cedere la terza posizione a Pol Espargarò per via del long lap penalty del pilota Petronas), Pol Espargaro, Oliveira.

Tante altre cadute in avvio: Rossi alla 4, Morbidelli e Aleix Espargaro alla 8. I due piloti italiani rientrano in pista, finchè Vale a 11 giri dal termine decide di tornare ai box e fermarsi. Dovizioso 8°, Morbidelli 9°, Petrucci 10°. Vinales, alla sua ottava vittoria in Top class, sfata la maledizione: vince di nuovo dalla pole, dopo aver mancato la vittoria dalle sue ultime dieci partenze dalla pole.

Vinales: «Vittoria fantastica»

Maverick Viñales è raggiante, la vittoria di Misano lo rilancia anche nel Mondiale: «Sono molto contento, è una vittoria fantastica - ha detto lo spagnolo dopo il successo nel Gp dell?Emilia Romagna - La mia mentalità è sempre la stessa, anche nell'ultimo weekend abbiamo trovato un setup migliore. Ringrazio tutte le persone che mi hanno sostenuto da casa, sanno che ho avuto un periodo difficile, forse è passato. Ora continuiamo così, sono contento del lavoro fatto. Spingiamo tanto perché il potenziale è ancora grande», ha detto lo spagnolo al termine del GP Emilia-Romagna Riviera di Rimini.

Ma Viñales sa che la vittoria è arrivata soprattutto per l'errore di Bagnaia: «Pecco era molto veloce, io ho spinto tanto cercando di risparmiare le gomme negli ultimi dieci giri. Ho iniziato a spingere verso la fine, poi dopo l'errore di Bagnaia ho pensato a tenere la moto in pista cercando di non cadere per prendere il massimo bottino di punti».

Bagnaia: «A braccetto con la sfortuna»

«Dispiace perché quest'anno vado a braccetto con la sfortuna, è una cosa che dà fastidio perché la moto fa paura e stiamo riuscendo ad andar forte sempre». Lo ha detto Francesco Bagnaia al termine del Gran Premio dell'Emilia Romagna e della Riviera di Rimini, gara condotta in testa fino a 11 giri dalla conclusione salvo poi ritirarsi per una caduta.

«Oggi ho fatto una caduta veramente stupida, quest'anno non ci sta andando benissimo ma la cosa più importante è che abbiamo dimostrato di esser stati forte - ha aggiunto il pilota della Ducati Pramac ai microfoni di Sky Sport MotoGP - Questa caduta l'avrei accettata di più se avessi spinto nel tentativo di riprendere Vinales ma in una situazione di gestione mi da' piuttosto fastidio».

E ancora: «Non stavo spingendo quest'oggi, mi è venuto tutto facile perchè avevo una gran moto. Non stavo esagerando, stavo proseguendo tranquillo a parte i primi giri dove ho spinto per andar via. Essere caduto in questo modo inspiegabile mi preoccupa perchè non ho avuto preavvisi. Mi dispiace perchè nessuno di noi nel team merita questa sfortuna. Tutti ci meritiamo i risultati che avremmo potuto raggiungere anche quest'oggi. Ma alla fine credo che la ruota girerà per tutti», ha chiosato Bagnaia.

Rossi: «Ho commesso un errore inusuale»

«È stata una giornata difficile, all'inizio eravamo tutti attaccati e ho commesso un errore inusuale. Ho pizzicato la leva del freno, ero molto piegato e mi si è chiuso il davanti. Mi era già successo qualche anno fa in warmup a Barcellona. Peccato perché ho perso punti importanti per il Mondiale». Il Gran Premio dell'Emilia Romagna e della Riviera di Rimini di Valentino Rossi si è chiuso al secondo giro: il pilota di Tavullia è scivolato, ha provato a rientrare ma si è ritirato nel corso della gara.

«In ogni caso - continua - non credo avrei avuto un grande passo per lottare con i primi come lo scorso weekend». Il prossimo weekend la MotoGP sbarca al Montmelò. «L'anno scorso eravamo veloci a Barcellona- ha ricordato Rossi - Mi sembrava di essere competitivo e di avere un buon passo, poi l'incidente con Jorge Lorenzo ha vanificato la gara. Quest'anno però le condizioni saranno diverse ed è difficile fare previsioni oggi. Adesso però voglio riposare qualche giorno: l'ultimo periodo è stato tosto con i due Gran Premi a Misano e i test».

Dovizioso: «Poco soddisfatto»

«E' stata una gara davvero complicata. Purtroppo partendo così indietro si rischia sempre di perdere tempo, soprattutto nei primi giri». Così Andrea Dovizioso commenta il Gp dell'Emilia Romagna che ha concluso all'ottavo posto che gli ha permesso di conservare la leaderhip del mondiale.

«Dopo la partenza c'è stata un po' di confusione: alla curva 8 due piloti mi sono caduti davanti e ho dovuto frenare, lasciando spazio ad altri due avversari che mi hanno sorpassato. Dopo alcuni giri ho trovato finalmente il mio ritmo e ho pensato solo a cercare di restare costante. Mi sentivo meglio rispetto alla settimana scorsa, ma non avevo un gran ritmo ed essendo ormai così indietro non ho potuto fare nessuna strategia. Alla fine, oggi abbiamo portato a casa qualche punto, e per ora siamo ancora in testa alla classifica, ma naturalmente non possiamo essere soddisfatti della prova di oggi."