21 ottobre 2019
Aggiornato 06:30

L’ex Ancelotti pensa al Milan per il mercato del Napoli

Il neo allenatore del Napoli sembra aver individuato all’interno della sua ex squadra tre possibili obiettivi per la campagna acquisti partenopea.

Il neo allenatore del Napoli Carlo Ancelotti
Il neo allenatore del Napoli Carlo Ancelotti ANSA

MILANO - Mentre in casa Milan si cerca di tirarsi su dalle acque melmose della crisi societaria e in attesa di chiarimenti dal misterioso presidente Yonghong Li, l’ex rossonero Carlo Ancelotti trova casa a Napoli e riparte dal Vesuvio dopo la macchia dell’esonero al Bayern Monaco di qualche mese fa. Una notizia che ha lasciato tutti a bocca aperta visto che nessuno, fino a poche ore prima dell’annuncio, pensava possibile una soluzione del genere. Un po’ come l’estate scorsa quando si cominciò a sussurrare di un possibile trasferimento di Bonucci al Milan: all’inizio sembrava una specie di barzelletta per tutti gli operatori di mercato e per i tifosi, poi invece sappiamo tutti come sia andata a finire.

Suso e la clausola
Mentre a Castel Volturno hanno già iniziato i lavori per dare una lucidatina al centro tecnico partenopeo secondo le direttive del nuovo staff tecnico, De Laurentiis e Giuntoli sono al lavoro per accontentare Carlo Ancelotti, il quale sembra aver voltato lo sguardo verso Milano per puntellare la squadra del Napoli che comunque appare già molto forte. Il primo nome sulla lista dei dirigenti azzurri è naturalmente quello di Suso, un’operazione facilitata da una clausola di rescissione fissata a 40 milioni che, in caso di versamente della cifra indicata, renderebbe l’acquisto dell’attaccante spagnolo agevole e snello.

Il figliuol prodigo
Il secondo nome è quello del possibile figliuol prodigo Gianluigi Donnarumma, campano doc ma, malgrado le sue origine stabiesi, tifosissimo del Milan. Con lo spagnolo Reina pronto a fare l’autostrada Napoli-Milano in senso inverso, Gigio rappresenterebbe l’investimento ideale per un Napoli ambizioso e desideroso di vittorie. Anche lì il problema potrebbe essere di carattere economico: il Milan non sembra intenzionato a cedere il suo gioiellino per meno di 70 milioni di euro e di fronte a queste cifre probabilmente De Laurentiis dovrà rinunciare.

Il guerriero
Ultimo rossonero finito nel mirino del Napoli è quello che non ti aspetti. Arrivato la scorsa estate al Milan ed etichettato subito come l’acquisto meno esaltante del roboante mercato rossonero, Fabio Borini si è subito conquistato le simpatie dei compagni di squadra e dei tifosi, oltre che la stima dei due tecnici - Montella e Gattuso - che si sono succeduti sulla panchina milanista. Alla fine la sua stagione racconta di 44 partite, sparpagliate tra campionato, Europa League e Coppa Italia, condite da cinque gol e sette assist. Insieme ai tempi del Chelsea, Carlo Ancelotti è uno degli ultimi estimatori dell’attaccante ex Liverpool e Southampton (tra le altre). Il Milan, come per tutti gli altri componenti della rosa, ha fatto sapere ufficialmente di volerlo confermare anche in vista della prossima stagione, ma con un’offerta congrua sul piatto non sono escluse sorprese.