17 settembre 2019
Aggiornato 17:00

Suso gela il Milan: «C’è una clausola e in estate…»

Sembra proprio non esserci pace in casa Milan: non accennano a placarsi le voci relative ad un possibile addio di Donnarumma a giugno, ma ora ecco farsi strada anche quelle su Suso. Stavolta scatenate dallo stesso calciatore.

L'attaccante spagnolo Suso
L'attaccante spagnolo Suso ANSA

MILANO - «Qui sono felice e penso al campo, ma c’è una clausola e se in estate arriva qualcuno coi soldi, dobbiamo vedere, nel calcio non si sa mai. Dovete chiedere a Mirabelli, così parla di qualcun altro che non sia Donnarumma». La vocina sottile che accompagna queste parole è quella dell’attaccante milanista Suso. È lui, con quella cadenza pesantemente spagnoleggiante, a scuotere fin dalle fondamenta l’ambiente rossonero alla vigilia di Arsenal-Milan, .
In realtà le dichiarazioni dell’ex Liverpool, riportate dalla Gazzetta dello Sport, non dovrebbero rappresentare una novità. È infatti cosa risaputa che nell’ultimo adeguamento/prolungamento di contratto che Fassone e Mirabelli hanno concesso al numero 8 del Milan, sia stata inserita una clausola rescissoria che sfiora i 40 milioni. Ma sentirne parlare per la prima volta, e in maniera così esplicita, dal diretto interessato, per giunta alla vigilia di un match così importante per il futuro della stagione rossonera, produce un autentico effetto shock sulla tifoseria. 

Affare Liverpool
A maggior ragione se collegato alle continue voci che rimbalzando dalla perfida terra d’Albione, dove i tabloid locali sembrano più che sicuri che a luglio Suso tornerà ad indossare i colori Reds della sua vecchia squadra. Un’idea che, in ottica Liverpool,  tanto malsana non è se consideriamo che Jurgen Klopp ha appena ceduto Coutinho al Barcellona per 160 milioni, che probabilmente farà il bis con Momo Salah, pronto a viaggiare verso la Spagna - stavolta destinazione Real Madrid - per una cifra simile, e che il sostituto ideale dei due (appunto il milanista Suso) potrebbe arrivare sulle rive del Merseyside per una cifra inferiore ai 40 milioni di euro.

Decide Suso
In tutto questo contesto, concedendo allo spagnolo la clausola ad una cifra così bassa, il Milan ha perso ogni tipo di potere contrattuale sul ragazzo. È vero che per la società di via Aldo Rossi si tratterebbe di una plusvalenza eccezionale (il ragazzo è arrivato praticamente a 0), ma visti i prezzi di mercato, una cessione di Suso per 40 milioni non sembra proprio un grande affare.

Ora tutto dipenderà da eventuali acquirenti e soprattutto dalla sua volontà. Si perchè Suso, in teoria, potrebbe anche impuntarsi e rifiutare di trasferirsi, ma l’ipotesi appare quanto mai un miraggio, visto che la richiesta della clausola è arrivata proprio dall’entourage del fantasista rossonero.