15 dicembre 2018
Aggiornato 02:30

Le ultime da San Siro: il Milan di Gattuso con tante novità

Mancano ormai poche ore al match di andata della semifinale di Coppa Italia tra Milan e Lazio. Inzaghi ne cambia 5 rispetto al campionato, Gattuso costretto a una mossa azzardata.
Gattuso circondato dai suoi dopo la vittoria in campionato contro la Lazio
Gattuso circondato dai suoi dopo la vittoria in campionato contro la Lazio (ANSA)

MILANO - La mattinata di Milan-Lazio, semifinale di andata della Coppa Italia Tim Cup, non si è aperta nel modo migliore per i tifosi rossoneri. La notizia, diffusa via Twitter dal canale ufficiale del club, del forfait di Ricardo Rodriguez per coliche intestinali avute nella notte, ha avuto il potere di scombussolare non poco i piani di Gennaro Gattuso. La soluzione più semplice, riproporre Luca Antonelli al posto del mancino svizzero, è stata immediatamente accantonata; così come quella di spostare Calabria a sinistra. E allora ecco prendere forma la scelta piuttosto azzardata dell’allenatore del Milan: puntare forte su Fabio Borini.

Mossa azzardata
Che l’ex Southampton e Liverpool ormai sia lontano anni luce dal ruolo di attaccante, vista la sua poca confidenza con la rete, pare un fatto acclarato, ma addirittura schierarlo sulla linea dei difensori potrebbe sembrare un rischio eccessivo, specialmente in una partita su 180 minuti, in cui, giocando in casa, per il Milan è fondamentale non prendere gol.
La decisione di mister Gattuso però pare ormai presa, così come quella di sostituire l’acciaccato Calhanoglu, uno dei rossoneri più positivi nel match casalingo di campionato contro la Lazio, con Jack Bonaventura. Il cui posto in mediana sarà preso da Manuel Locatelli, chiamato ad un duplice lavoro di protezione della zona di Borini e contemporaneamente di collegamento tra i reparti di difesa e attacco.

5 facce nuove
Dal canto suo, Simone Inzaghi cambia cinque undicesimi della formazione schierata domenica a San Siro. Manca il difensore olandese De Vrji, ma rientra il bomber Immobile al centro dell’attacco, un pericolo in più per la coppia di difensori centrali del Milan formata da Bonucci e Romagnoli. Questa la probabile formazione della Lazio che scenderà in campo con il consueto 3-5-2: Strakosha tra i pali; l’esordiente in biancoceleste Caceres, Luiz Felipe e Radu in difesa; Basta, Parolo, L. Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic a metà campo; F. Anderson, Immobile in avanti.

C’è anche un 2000
Il Milan risponde con un 4-3-3 formato da Donnarumma in porta; Abate, Bonucci, Romagnoli, Borini a comporre la linea difensiva; linea mediana piuttosto muscolare formata da Kessiè, Biglia e Locatelli; e per concludere il tridente d’attacco con Suso, Kalinic e Bonaventura.
Da segnalare che mister Gattuso, per sostituire Ricardo Rodriguez tornato a casa, ha convocato il classe 2000 Raoul Bellanova, terzino di grandi speranze, considerato uno dei prossimi calciatori rossoneri destinati al gran salto dalla Primavera alla prima squadra.