19 ottobre 2019
Aggiornato 17:00

Milan, la rifondazione parte da dietro

Galliani è al lavoro per ridisegnare il reparto difensivo rossonero che l’anno prossimo perderà certamente Alex, Mexes e forse Rodrigo Ely, mentre Zapata sembra vicino a un rinnovo biennale. Il primo obiettivo di mercato è sempre l’argentino Mammana.

MILANO - Il brasiliano Alex è fermo ai box. In questi ultimi due giorni non si è allenato con il resto dei compagni per un problema alla schiena e pare abbastanza scontato che contro la Lazio sarà costretto ad abdicare e lasciare una maglia da titolare al collega di reparto Zapata. Sarà quindi il colombiano ad affiancare Romagnoli, sempre più il perno insostituibile del pacchetto arretrato rossonero, nel delicatissimo appuntamento di domenica sera in campionato. Ma in via Aldo Rossi si studiano le strategie per un futuro a lunga scadenza.

Il pilastro Romagnoli
Non è un mistero che ben tre dei centrali attualmente in forza al Milan, Alex, Mexes e Zapata, siano in scadenza di contratto, mentre un quarto, Rodrigo Ely (tra l’altro ancora fermo per un grave infortunio), ha deluso le aspettative dello staff tecnico e potrebbe lasciare Milanello per tentare un’altra esperienza fuori.
Tolto quindi Romagnoli, pilastro del presente e del futuro rossonero, Adriano Galliani è impegnato a disegnare nuovi scenari per la difesa del Milan. A maggior ragione dopo le indiscrezioni venute a galla nelle ultime ore e che riguardano Alex.

Alex torna in Brasile
L’ex difensore di Chelsea e Paris Saint Germain, malgrado una proposta di rinnovo annuale fattagli pervenire dall’ad delegato del Milan, sembra infatti intenzionato a rispedirla educatamente al mittente, rifiutare l’offerta e andare avanti. Il difensore brasiliano è affascinato dalle sirene che lo vorrebbero nuovamente in patria e sta pensando seriamente ad un clamoroso ritorno a casa. Nulla ancora di definito, ma al momento le possibilità di vederlo con la maglia del Milan anche il prossimo anno appaiono piuttosto basse.

Addio a Mexes
Si prepara all’addio anche Philippe Mexes, con un anno di ritardo rispetto a quanto sarebbe stato logico aspettarsi. Galliani e Mihajlovic erano già d’accordo per cederlo alla Fiorentina la scorsa estate, a complicare tutto il volere del patron Berlusconi che ha preteso di averlo ancora in squadra. Ora però sembra davvero finita e dopo cinque anni intensi il 34enne difensore francese sta per lasciare Milanello e nessuno sembra intenzionato a strapparsi i capelli.

Rinnovo biennale per Zapata
L’unico dei difensori in scadenza che farà parte della nuova avventura rossonera è Cristian Zapata. Sul colombiano ci sarebbe da aprire un capitolo a parte: il centrale dei Cafeteros non ha mai convinto del tutto da quando è arrivato al Milan, ma le ultimissime prestazioni - non eccelse ma comunque dignitose - potrebbero avergli garantito un rinnovo inaspettato.
Il vero problema di Galliani è legato alle solite ristrettezze finanziarie in cui versa il club di via Aldo Rossi ormai da anni. Il bilancio 2015 racconta di altri 90 milioni di perdite e con questi chiari di luna è impensabile una rivoluzione totale del reparto.

Domenica si parla di Mammana
Almeno un nuovo acquisto in difesa però è previsto e il nome che continua a circolare è sempre quello di Emanuel Mammana. Il centrale classe '96 del River Plate, già seguito nella scorsa sessione di mercato dalla Fiorentina e tenuto sotto controllo anche dal Napoli, continua a rappresentare il vero obiettivo di Adriano Galliani.
Secondo quanto riferito da Gianluca Di Marzio, nella giornata di domenica gli agenti del calciatore dovrebbero incontrare i dirigenti dei Milionarios per fare il punto della situazione. Da chiarire innanzitutto prezzo e condizioni di vendita da riferire poi ai club interessati all’acquisto di Mammana, Milan e Napoli su tutte. Galliani è pronto, ma serviranno almeno 10 milioni di euro.