21 aprile 2021
Aggiornato 10:30
Calciomercato

Doyen Sports, ma non solo. Il Milan vuole Hummels

Il fondo di investimento, nominato come advisor per il mercato da Bee Taechaubol, ha diffuso un comunicato: «Impazienti di iniziare a lavorare per il Milan». Brahimi e Kondogbia solo alcuni dei nomi gestiti da Nelio Lucas e accostati al Milan negli ultimi giorni. Caldo anche il nome di Hummels per la difesa.

MILANO - Mentre Adriano Galliani, dopo aver fatto visita alla dirigenza del Porto, conclude il secondo minitour europeo con la tappa a Montecarlo, uno dei partner annunciati del nuovo Milan targato Berlusconi-Taechaubol esce allo scoperto. Si tratta della Doyen Sports, il fondo di investimento che fa capo a Nelio Lucas (tra l’altro vecchio amico proprio di Adriano Galliani), che a trattativa non ancora ufficialmente conclusa ha diffuso un comunicato di congratulazioni a Mr. Bee: «Il presidente del gigante italiano - queste le parole della nota ufficiale Doyen - ha firmato un contratto con il consorzio guidato dall'uomo d'affari thailandese Bee Taechaubol per la cessione di una quota del 48% del club con l'obiettivo di aumentare ulteriormente il valore e il mercato del Milan, specialmente in Asia. Noi crediamo che questo sia solo l'inizio di un capitolo molto positivo per la storia del Milan e non vediamo l'ora di lavorare con uno dei più grandi club italiani».

Hummels, primo obiettivo per la difesa
Parole che fanno da contraltare alla frenetica attività di contrattazione su più tavoli messa in piedi negli ultimi giorni dall’amministratore delegato rossonero per la parte sportiva. Dopo aver fatto tappa a Berlino per parlare con Raiola di Ibrahimovic, a Oporto per discutere con i dirigenti lusitani di Jackson Martinez e Brahimi; e Montecarlo dove ad attenderlo c’erano i vertici del Monaco a sparare alto per Kondogbia (a parte Ibra, tutti nomi più o meno legati alla Doyen Sports), Adriano Galliani potrebbe avere in mente un altro clamoroso colpo di mercato per far tornare a sognare la tifoseria milanista. Si tratta del difensore tedesco del Borussia Dortmund Mats Hummels, perno della nazionale di Joachim Löw campione del mondo in carica, e unanimemente considerato uno dei centrali più affidabili al mondo.
Classe 1988, quindi nel pieno della sua maturità fisica e mentale, Hummels potrebbe essere il colpo in grado di sistemare definitivamente la difesa rossonera. Inutile sottolineare che la concorrenza è forte e il ragazzo ha in passato manifestato l’intenzione di voler restare, ma l'addio di Klopp dal club di Dortmund ha sparigliato le carte in tavola e una proposta soddisfacente da parte di Adriano Galliani potrebbe magari riuscire a convincere Hummels e il Borussia.

Raiola riporta Rodrigo Ely al Milan. Lo farà anche con Ibra?
Intanto sembra cosa fatta per il ritorno di Rodrigo Ely al Milan, dopo la sua parentesi ad Avellino. Questa mattina il ragazzo brasiliano, cresciuto nella cantera rossonera, ha sostenuto con esiti soddisfacenti le visite mediche e a questo punto dovrebbero mancare solo le firme per rivedere il roccioso difensore centrale a Milanello.
Considerato che il procuratore dell’ex avellinese è Mino Raiola, quel Mino Raiola che cura anche gli interessi di Zlatan Ibrahimovic, sfido chiunque a non aver pensato a Rodrigo Ely come primo passo per celebrare un doppio ritorno in casa Milan. 

Niang, Mihajlovic lo vuole assolutamente al Milan
Chi invece sicuramente tornerà in rossonero dopo il prestito semestrale al Genoa è M'Baye Niang. L'attaccante francese, classe 1994, sembra essere sulla carta uno dei pezzi forti del nuovo Milan di Sinisa Mihajlovic, come testimoniato anche dall’agente del calciatore che ha confermato queste indiscrezioni: «Il Milan vuole che M'Baye faccia parte del progetto di rinascita dei rossoneri. Il club conta su di lui e questa è una cosa fondamentale. C'è anche la volontà di prolungare. Siamo sono all'inizio dei negoziati, ma sia noi che il Milan vogliamo andare avanti insieme». 

Il Milan del futuro, ma anche del presente, inizia seriamente a prendere forma.