19 luglio 2019
Aggiornato 21:00
Premier nella maggiore delle Pelagie

Renzi: «Lampedusa non è la periferia dell'Europa»

Il presidente del consiglio Matteo Renzi ha scelto di essere sulla maggiore delle Pelagie, nelle ore in cui la scena internazionale è occupata dalla caccia ai responsabili dell'attentato a Bruxelles perchè Lampedusa può insegnare all'Unione europea a restare umana.

LAMPEDUSA - Da Lampedusa per parlare del dramma dei migranti e per lanciare un appello all'Europa. Il presidente del consiglio Matteo Renzi ha scelto di essere sulla maggiore delle Pelagie, nelle ore in cui la scena internazionale è occupata dalla caccia ai responsabili dell'attentato a Bruxelles perchè Lampedusa può insegnare all'Unione europea a restare umana.

E' un luogo di rara bellezza
«Questa non è una lontana periferia lontana dagli occhi dell'Europa. Questo è un luogo di rara bellezza che ha unito la bellezza fisica e geografica dei luoghi alla bellezza dei propri abitanti. Che ha permesso di salvare centinaia di migliaia di vite. Lampedusa adesso chiede di essere considerato per quello che è: la porta d'Europa certo, ma anche e soprattutto un luogo nel quale potere vivere bene con spazi di bellezza da toccare con mano».
«Guai a pensare che di fronte alle grandi emergenze del nostro tempo si possa far finta di niente o essere superficiali. I lampedusani ci hanno insegnato come si fa a rimanere umani» ha concluso Renzi.