24 ottobre 2019
Aggiornato 00:30

M5S, Grillo: «Il governo Renzi e quel regalino da 97 milioni di euro alla Ryder Cup Europe»

97 milioni di euro per la Ryder Cup Europe. Una cifra monstre che stride con le priorità dell'Italia in tempi di crisi. Secondo il M5S si sarebbe trattato di un «regalino» ad alcuni personaggi illustri del Belpaese

ROMA- Quasi 100 milioni di euro stanziati per il golf. Una cifra monstre se confrontata con i 57 milioni di euro che secondo il governo verrebbero risparmiati ogni anno qualora venisse approvata la riforma costituzionale. Sembra un'assurdità. Ma è la garanzia che l'Esecutivo intendeva destinare alla Ryder Cup Europe LLp, la società che organizza l'omonima competizione del mondo del golf. Sul blog di Beppe Grillo, il Movimento 5 stelle svela i retroscena della vicenda.

97 milioni di euro per la Ryder Cup Europe
Secondo gli esponenti del Movimento 5 stelle si sarebbe trattata della «solita marchetta agli amici degli amici». Un «regalino» - scrivono i pentastellati sul blog di Beppe Grillo – da 97 milioni di euro. Una cifra monstre, soprattutto se paragonata a quei 57 milioni di euro che secondo il governo l'Italia risparmierebbe ogni anno qualora passasse la riforma costituzionale. In virtù di questo significativo (?) risparmio, il paese è ora spaccato in due. Ma l'Esecutivo intendeva destinarne quasi il doppio alla Ryder Cup Europe LLp, la società che organizza il torneo di golf che decreta la regina mondiale del «green».

Una cifra monstre in tempi di crisi
La manifestazione sbarcherà in Italia nel 2022 e si svolgerà a Guidonia Montecelio nel country club della famiglia Biagiotti. «I 97 milioni di euro a garanzia dei lavori non coperti da contributi di Stato erano inseriti nell’articolo 74 della Legge di Bilancio», sottolineano i grillini. Ma il M5S aveva voluto «vederci chiaro» e nel maggio del 2016 aveva presentato un'interrogazione parlamentare per sapere quanti soldi il governo Renzi intendesse stanziare per l'evento.«Adesso si comprende perché a questa richiesta non era mai stata data risposta», scrivono i grillini.

Un regalo per personaggi illustri?
Per quanto la Ryder Cup sia una manifestazione di grande importanza e prestigio, «97 milioni sono una cifra che stride tremendamente con i bisogni reali e immediati del nostro Paese», si legge sul blog di Beppe Grillo. Di certo, come fanno notare gli esponenti pentastellati, i membri del comitato organizzatore non sono comuni cittadini, ma «personaggi che contano»: come Giampaolo Letta (figlio di Gianni e cugino di Enrico), Evelina Christillin (manager molto vicina alla famiglia Agnelli), Luigi Gubitosi (ex Direttore generale della Rai), Francesco Soro (capo di gabinetto del Coni e vicino a Malagò).

Risorse fresche per far fronte all'emergenza terremoto
Questi 97 milioni di euro erano stati inseriti nella Legge di Bilancio esattamente come i contributi per la riforma previdenziale e i finanziamenti per la sanità e l'istruzione. Una scelta che, evidentemente, strideva con le priorità del paese in un momento tanto delicato sia dal punto di vista economico che da quello politico. Dopo le pressioni del M5S – riportano i pentastellati – il governo «alla fine ha deciso di stralciare (cancellare) dalla legge di Bilancio il regalino da 97 milioni di euro» in favore della Ryder Cup Europe LLp. «Come al solito, li becchiamo con le mani nella marmellata e loro cercano maldestramente di ripulirsele. Ci auguriamo che questa, come altre generose mance appena stralciate, si trasformi in risorse fresche per far fronte all'emergenza terremoto», conclude il post sul blog di Grillo.