19 novembre 2019
Aggiornato 20:00
Relazioni internazionali

La Gran Bretagna collaborerà con il nuovo governo palestinese

L'annuncio britannico arriva dopo la decisione dell'Amministrazione Obama di riconoscere il nuovo esecutivo palestinese, decisione che Israele - accusato neanche troppo velatamente da Washington di aver fatto fallire i negoziati riavviati sotto mediazione statunitense - considera un «tradimento».

LONDRA - La Gran Bretagna ha «accolto con favore» la formazione di un nuovo governo palestinese, al quale accorderà il proprio sostegno sempre che rispetti gli accordi passati «ivi compreso il diritto alla legittima esistenza di Israele. Riunire Gaza e la Cisgiordania sotto un governo che si impegni per la pace è una condizione necessaria per una soluzione al conflitto israelo-palestinese», ha spiegato il ministro degli Esteri britannico William Hague.

L'annuncio britannico arriva dopo la decisione dell'Amministrazione Obama di riconoscere il nuovo esecutivo palestinese, decisione che Israele - accusato neanche troppo velatamente da Washington di aver fatto fallire i negoziati riavviati sotto mediazione statunitense - considera un «tradimento». L'accordo sul governo di unità era stato raggiunto il 23 aprile scorso, provocando l'irritazione di Israele che aveva accusato il presidente palestinese Abu Mazen di «preferire Hamas alla pace»; il compito principale dell'esecutivo, formato da Ministri tecnici e personalità indipendenti, sarà quello di preparare le nuove elezioni politiche e presidenziali.

Palestinese ucciso da militari israeliani in Cisgiordania - Le forze di sicurezza israeliane hanno ucciso nella notte un cittadino palestinese che, secondo quanto riferito dai militari, aveva aperto il fuoco su una guardia di frontiera, ferendola lievemente, nel nord della Cisgiordania. «Un uomo armato palestinese ha aperto il fuoco a Tapouah, ferendo una guardia di frontiera israeliana. I soldati e le guardie hanno risposto al fuoco, uccidendo l'aggressore», ha spiegato un portavoce dell'esercito israeliano. Questo decesso porta a 12 il numero dei palestinesi uccisi dalle forze israeliane in Cisgiordania dall'inizio del 2014.