13 ottobre 2019
Aggiornato 22:30
La crisi dei debiti sovrani

Schauble «riprende» Draghi: non puoi risolvere i problemi dei Governi

«Mario Draghi ha sempre detto che la politica monetaria della BCE non può risolvere i problemi dei governi dell'UE: siamo sempre stati d'accordo sul fatto che per crescere bisogna portare avanti più riforme strutturali». È quanto ha detto il ministro delle finanze tedesco, Wolfgang Schauble. Il Presidente di MPS, Alessandro Profumo: «Serve un'operazione verità».

BERLINO - «Mario Draghi ha sempre detto che la politica monetaria della banca centrale non può risolvere i problemi dei governi dell'UE: siamo sempre stati d'accordo sul fatto che per crescere bisogna portare avanti più riforme strutturali». È quanto ha detto il ministro delle finanze tedesco, Wolfgang Schauble, in una intervista a Yahoo aggiungendo che «servono contesti funzionanti, quindi anche una giustizia e un'amministrazione che fanno il proprio lavoro, possibilmente poca corruzione e una politica finanziaria solida e duratura». Insomma «non è cambiato niente. Ora è arrivato il momento della politica: attraverso delle riforme strutturali e una politica finanziaria portante».

PROFUMO E «LA CURA DA CAVALLO» - «Purtroppo come Paese dobbiamo passare da cure da cavallo che non fanno bene al Pil» e per questo serve, come prima cosa, una «operazione verità». Lo ha detto il presidente di Mps Alessandro Profumo, intervenendo ieri sera alla Festa de l'Unità di Siena, in un dibattito sulle riforme per Italia ed Europa.
«Dobbiamo sapere - ha detto Profumo - che nel momento in cui tagliamo gli sprechi e la spesa pubblica improduttiva, cosa che dobbiamo fare, questo comporta un segno meno sul Pil. Poi sprecando meno avremo più risorse da investire, ma un segno positivo sul Pil si vedrà tra un pò di tempo». In questo contesto, «per prima cosa serve una operazione verità un pò come quella che abbiamo fatto al Monte dei Paschi, diciamoci che l'operazione non sarà indolore». Ad esempio a proposito della questione del blocco dei contratti pubblici, Profumo ha rilevato che «se sei un carabiniere e non sai cosa farai tra 2-3 anni smetterai di spendere. Dobbiamo identificare in tempi rapidi cosa fare, e su questo Renzi ha ragione da vendere quando dice che è una scelta politica e non tecnica, in modo da stabilizzare le aspettative delle persone».
Per Profumo, inoltre, «la Bce e Draghi hanno fatto cose importantissime ma per definizione questi interventi sono limitati nel tempo e quindi non saranno risolutivi» e comunque gli italiani non possono continuare ad aspettarsi che «le soluzioni ai problemi arrivino da altri».