13 novembre 2018
Aggiornato 07:30

Lazio all’assalto: Gomez e Muriel

I biancocelesti potrebbero perdere Biglia e Keita, ma sono pronti ad investire il ricavato nel fantasista dell’Atalanta e nel centravanti colombiano della Sampdoria, ideale spalla per Immobile

Gomez apre al Milan: «Montella mi vuole ancora»

Inizia a prendere forma un complicato intreccio di mercato tra Milan e Atalanta: già quasi chiusa l’operazione Kessiè, i rossoneri sembrano intenzionati a puntare anche sull’esterno Conti e sul Papu Gomez. E l’argentino conferma di essere stato già vicino al Milan.

Mercato: il Milan a caccia dei talenti dell’Atalanta

In attesa del match clou di sabato sera tra nerazzurri bergamaschi e rossoneri, prendono forme diverse trattative di mercato tra i due club. Praticamente già conclusa l’operazione Kessie, il Milan potrebbe tentare l’affondo anche su altri due bergamaschi: il terzino Conti e il fantasista Papu Gomez.

Montella sceglie il piccolo grande Milan

Il pensiero del tecnico rossonero sull’attaccante del futuro ha fatto discutere. Davvero questo Milan, per ripartire in Italia e in Europa, ha bisogno più di una punta da falso nove che di un vero centravanti di ruolo? Non ne siamo così sicuri.

Tra presente e futuro, tutto i nomi del mercato rossonero

Mentre si continua a lavorare per chiudere l’operazione Delofeu già a gennaio, la futura dirigenza rossonera composta da Fassone e Mirabelli è impegnata a definire le strategie di mercato per la prossima estate. Tanti i nomi in basso, dal Papu Gomez al laziale Keita, fino all’azzurro Gabbiadini.

A gennaio il Milan pesca in Italia: Badelj e Gomez

Secondo il Corriere dello Sport oggi in edicola, il Milan avrebbe individuato nel fiorentino Badelj e nell’atalantino Gomez i rinforzi giusti per potenziare la squadra di Montella. Ma per portarli a Milanello serve una cessione eccellente, quella del colombiano Bacca.

Milan: da Sosa a Gomez, tutti i dubbi del mercato

Tolto Pjaca, giudicato unanimemente un potenziale campione, il mercato del Milan continua a galleggiare su nomi improbabili di calciatori di seconda o terza fascia, in evidente contrasto con i tanti milioni garantiti dai cinesi. Come dicono i tifosi sul web: «È come essere miliardari e andare a far spesa al discount».