Sport | Calcio

Milan ed Atalanta: doppia minaccia di mercato da Liverpool

La cessione di Coutinho scatena la reazione dei Reds, pronti a bussare alla porta delle due italiane per reperire il sostituto

Il Liverpool va a caccia del sostituto di Coutinho, appena ceduto al Barcellona
Il Liverpool va a caccia del sostituto di Coutinho, appena ceduto al Barcellona (ANSA)

LIVERPOOL - La partenza del brasiliano Coutinho verso Barcellona per 160 milioni di euro ha fatto parecchio scalpore a Liverpool dove nessuno si aspettava una cessione così eclatante a metà stagione e con la squadra di Jurgen Klopp in corsa su tutti i fronti. Lo stesso tecnico tedesco ha ammesso che trattenere l’ex interista era ormai impossibile, ma ora il Liverpool si ritrova con una falla evidente in organico e un malloppo parecchio consistente da investire sul mercato, cercando di rinforzare la rosa già in questa sessione invernale.

Interesse in Italia

Liverpool che si affaccia ora alla serie A per trovare il sostituto di Coutinho ed in particolar modo dalle parti di Zingonia e Milanello dove si allenano Atalanta e Milan. Già, perché la prima idea della società britannica è quella di bussare ai nerazzurri per Alejandro Gomez, uno degli artefici delle imprese bergamasche; alla soglia dei 30 anni, l’argentino potrebbe scegliere una soluzione prestigiosa per culminare una carriera talentuosa ma con pochi allòri. Ma attenzione, perché difficilmente l’Atalanta si priverà del fantasista sudamericano a meno di offerte fuori mercato, avendo già rifiutato una proposta di 20 milioni di euro la scorsa estate. Incassato il no atalantino, il Liverpool potrebbe a quel punto bussare alla porta del Milan e chiedere Suso, già calciatore dei Reds prima che i rossoneri lo portassero in Italia per una manciata di spiccioli, creando rammarichi nella dirigenza britannica. Anche in questo caso appare quasi impossibile che Fassone accetti qualsiasi tipo di affare per cedere lo spagnolo, la vera stella della formazione di Gattuso, mentre qualcosa potrebbe sbloccarsi in estate e per entrambi i calciatori, con Atalanta e Milan pronte ad alzare le barricate per trattenere almeno in questa finestra di calciomercato i loro gioielli.