19 gennaio 2019
Aggiornato 12:30
Calciomercato

Mondiali 2018: e le stelle stanno a guardare

Oltre agli azzurri, eliminati dalla Svezia nei playoff, saranno tanti i campioni costretti a guardare Russia 2018 dalla tv: Icardi e Nainngolan, ma anche Suso, Callejon, Morata, Alex Sandro fino al match winner dei mondiali 2014: il tedesco Goetze.

Calcio | Nazionale

Suso e la clausola: il Milan ha una strategia

Dal 30 giugno lo spagnolo può liberarsi dal contratto che lo lega al Milan pagando una clausola di 40 milioni, pochi per il valore del calciatore in rapporto ai prezzi del mercato europeo. L’idea è quella di un ulteriore rinnovo.

Calcio - Serie A

Milan KO con il Napoli: la Champions si allontana

La sconfitta contro i partenopei rende più complicata la rincorsa rossonera al terzo posto utile per la Champions League. Il Napoli va a +7 (anche se il Milan ha da recuperare la partita contro il Bologna) ma ora l’imperativo è non mollare perchè la corsa all’Europa League non è così scontata.

Calcio - Serie A

Il Milan cala l’asso: a Napoli è duello Bacca-Higuain

Se dici Napoli-Milan è impossibile non pensare al confronto tra Higuain e Bacca, due killer assetati di gol come non ce ne sono tanti nel mondo. Eppure il delicatissimo match in programma stasera al San Paolo potrebbe essere deciso proprio da chi dovrà contrastarli: Albiol e Koulibaly da una parte, Alex e Zapata dall’altra.

Calcio - Serie A

Allarme Milan, Romagnoli a rischio contro il Napoli

L’influenza che ha messo ko Alessio Romagnoli si sta rivelando più fastidiosa del previsto e, visti i precedenti dell’andata, la cosa ha messo in allarme tutto lo staff tecnico rossonero. La speranza è che contro il Napoli si giocherà lunedì sera, un giorno in più che potrebbe rivelarsi prezioso.

Calcio - Serie A

Milan, Mihajlovic studia il precedente di Juve e Napoli

Partiti con il progetto tecnico di un 4-3-1-2, esattamente come il Milan di Mihajlovic, Allegri e Sarri hanno adattato il modulo di Juventus e Napoli verso un più idoneo 4-3-3. Colpa - o merito - dell’inadeguatezza dei trequartisti in rosa. Più o meno quello a cui dovrebbe iniziare a pensare il tecnico dei rossoneri, vista la pochezza tecnico-tattica di Honda e Suso.