24 settembre 2018
Aggiornato 20:30

Scambio Suso-Callejon: il Milan dice no

Il possibile affare di mercato che coinvolgerebbe rossoneri e partenopei ha tenuto ancora banco nel pre e post scontro tra le due squadre a San Siro
Suso, fantasista spagnolo del Milan
Suso, fantasista spagnolo del Milan (ANSA)

MILANO - Milan e Napoli si sono sostanzialmente annullate nella sfida di San Siro tra la squadra di Gennaro Gattuso e quella di Maurizio Sarri. Uno 0-0 che, a conti fatti, non soddisfa nè i rossoneri che sono ormai tagliati fuori dalla lotta al quarto posto, nè gli azzurri, sempre più lontani dalla Juventus e dallo scudetto. Della sfida fra le due formazioni protagoniste della lotta tricolore a fine anni ottanta ricorderemo certamente l'ottima organizzazione di entrambe e la pazzesca parata di Gianluigi Donnarumma su Milik a un minuto scarso dalla fine della partita e che ha salvato il Milan dalla sconfitta.

Calciomercato

Ma Milan-Napoli ha fatto da sfondo anche per quanto riguarda una vicenda di mercato che è stata protagonista negli ultimi giorni, ovvero il possibile scambio Suso-Callejon, con lo spagnolo del Milan pronto a trasferirsi in Campania e quello del Napoli a fare il percorso inverso, neanche fossero Claudio Bisio ed Alessandro Siani nel celebre doppio film Benvenuti al Sud e il susseguente Benvenuti al Nord. Già in settimana ci avevano pensato i due procuratori a gettare acqua sul fuoco, mentre domenica a San Siro è stata la volta della voce ufficiale del Milan mettere a tacere, almeno per il momento, le chiacchiere sul presunto scambio. Prima è stato Christian Abbiati a parlare nel pre gara: "Suso-Callejon? Mi tengo Suso senza alcun dubbio", ha detto con chiarezza l'ex portiere rossonero, mentre al termine della partita è stata la volta di Gennaro Gattuso: "Macchè Callejon - ha tuonato l'allenatore milanista - io parlo solo dei miei calciatori che vanno più che bene".

Pro e contro

Certo, con la fase finale della stagione ancora da giocare non era il caso di alimentare le voci di calciomercato, ma la sensazione è che al Milan (clausola a parte) non ci sia la convinzione di mettere a segno un affare con lo scambio fra spagnoli; Callejon aggiungerebbe duttilità tattica e qualche gol in più, ma senza Suso i rossoneri perderebbero fantasia, imprevedibilità e tecnica, qualità a cui l'ambiente milanista non vorrebbe rinunciare così a cuor leggero.