18 ottobre 2019
Aggiornato 23:30
Politiche europee

Theresa May attacca l'ossessione dell'indipendenza scozzese

La premier britannica Theresa May ha denunciato la ricerca «ossessiva» dell'indipendenza scozzese sottolinea che 3 anni fa volevano un risultato che li avrebbe fatti uscire dall'Unione europea.

Il paese è spaccato e in piazza pro e contro Brexit

Brexit, via libera del Parlamento alla legge per l'uscita dall'Ue

I deputati britannici hanno definitivamente aperto la strada alla Brexit. I membri della Camera dei Comuni hanno approvato il breve testo di legge che autorizza la procedura di divorzio dall'Ue

Chiederà nuovo referendum

Brexit, la Scozia non rinuncia all'indipendenza

Per gli scozzesi la scelta tra una "hard Brexit" e l'indipendenza dal Regno Unito avverrà con un referendum che si terrà tra l'autunno del 2018 e la primavera del 2019

Politiche europee

Brexit, per Irlanda e Galles deciderà solo Theresa May

La premier britannica ha convocato a Downing Street i leader di Scozia, Irlanda del Nord e Galles nel tentativo di convincerli a partecipare alla discussione sull'addio all'Ue, senza però concedere che i loro rispettivi parlamenti votino l'accordo finale

"Momento più difficile per Gb che per l'Ue"

Brexit, Mogherini: messaggi contraddittori da una Gb confusa

"Non si può stare a metà dentro e a metà fuori dell'Ue" ha detto l'alto rappresentante per la Politica estera Ue. "Londra ha una responsabilità verso i 440 milioni di europei che restano"

"17 anni fa mi ridevate dietro"

Brexit, Farage agli eurodeputati: ora non ridete più

"Voi rifiutate di ammettere che l'appello della Merkel per permettere ai migranti di attraversare il Mediterraneo in direzione Ue abbia prodotto una forte divisione tra Stati e anche all'interno di essi"

Il premier al Senato sul dopo Brexit

Brexit, Renzi: Situazione gravissima, l'Europa si smuova

Quello che manca oggi è la consapevolezza della gravità della situazione. Io non vorrei che si potesse pensare di far finta di niente o che si potesse immaginare un percorso di riflessione molto lungo" ha detto il premier

Il 27 Renzi, Hollande e Tusk a Berlino

Brexit, Merkel: Un taglio netto per l'Europa

"Le conseguenze nei prossimi giorni, settimane, mesi e anni dipenderanno in modo cruciale dal modo in cui noi, i 27 stati dell'Ue, ci mostreremo capaci in questa situazione di non tirare conclusioni affrettate"

Juncker ne è convinto

Brexit, Juncker: non è la fine dell'Unione europea

"Il processo di incertezza in cui siamo entrati non deve durare troppo a lungo. Bisogna accelerare le cose" ha detto il presidente della Commissione europea

L'analisi del prof. Acanfora della IULM

Brexit, la mappa e le ragioni del voto in Gran Bretagna

Scozia, Irlanda del Nord e Londra per il Remain. Immigrazione, controllo, sovranità, frontiere le parole più usate su Fb da chi sostiene la Brexit

Dopo la vittoria degli indipendentisti

Perché la Catalogna fa tremare l'Europa intera

Artur Mas, il presidente uscente secessionista della Catalogna, è già pronto: elezioni costituenti e indipendenza entro 18 mesi. A tremare non è solo Madrid, ma anche Bruxelles. Ecco perché

Sondaggi: indipendenza non sfonderà, ma questione resterà in agenda

Catalogna verso il voto, presto una nuova Scozia?

A venti giorni dalle elezioni regionali catalane, che il governo uscente intende presentare come un plebiscito sull'indipendenza, il risultato rimane in equilibrio ma una cosa è certa: la questione rimarrà sul tavolo

In Scozia vince il No

Cameron: Ora la devolution

Si è concluso lo spoglio dei voti del referendum in Scozia in tutte e 32 le circoscrizioni. Il dato definitivo assegna la vittoria al No all'indipendenza con il 55,3% dei voti. David Cameron aveva promesso che, se avesse vinto il No, avrebbe concesso più poteri a Holyrood.

Referendum scozzese

Centrodestra: Il tempo del centralismo è finito

Dopo la vittoria del No, le conseguenze del referendum scozzese riecheggiano anche in Italia. Per il centrodestra, il tempo del centralismo è finito. Ncd e Lega Nord chiedono che si voti finalmente anche in Veneto, per procedere sulla strada del federalismo. Giorgio Tonini del Pd ribatte che la sconfitta del secessionismo è una buona notizia, ma non bisogna sottovalutare i malumori popolari.

Scozia: vince il No

Barroso: «E' una buona notizia per tutti noi»

Il presidente uscente della Commissione europea, José Manuel Barroso, ha accolto il «no» all'indipendenza della Scozia come una decisione «buona per l'Europa». Ha affermato: «Accolgo con gioia la decisione del popolo scozzese di mantenere l'unità del Regno Unito. Il risultato è positivo per l'Europa unita, aperta e più forte che sostiene la Commissione europea».

Tltro: un insuccesso

Il bazooka di Draghi non ha sparato

Una mezza delusione la prima asta Bce per i finanziamenti Tltro. Le banche non hanno fatto la corsa per aggiudicarsi la liquidità messa a disposizione dall'Eurotower a lungo termine (scadenza nel 2018) e a tassi molto bassi (0,15% l'anno). Secondo gli analisti ha influito il referendum scozzese.

Yes Scotland

Salvini: Vado in Scozia. C'è la Festa della Democrazia

Una delegazione della Lega Nord è volata a Edimburgo in attesa del risultato elettorale. «A prescindere dal risultato, è la festa della democrazia. A differenza di noi italiani, loro possono scegliere«.

Referendum Scozia

I problemi con l'Europa se vince l'indipendentismo scozzese

In passato, la Commissione (e in particolare il suo presidente uscente, José Manuel Barroso) ha detto chiaramente che uno Stato secessionista staccatosi da un paese membro non potrebbe continuare a far parte dell'Ue come se niente fosse, e dovrebbe richiedere l'adesione e sottoporsi ai negoziati per ottenerla, come qualunque altro candidato.