3 agosto 2021
Aggiornato 06:00
Formula 1

GP Silverstone, Hamilton fa fuori Verstappen e trionfa. Leclerc (2°) beffato al penultimo giro!

E' pieno di amarezza il Gp di Charles Leclerc con la Ferrari che ha chiuso al secondo posto il Gran Premio dopo averlo guidato sin dalle prime battute

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton Mercedes

Un Gran Premio intero in testa per essere superato al penultimo giro e consegnare la vittoria del Gp di Silverstone, decima prova del mondiale di Formula 1, al padrone di casa, il britannico Lewis Hamilton. E' pieno di amarezza il Gp di Charles Leclerc con la Ferrari che ha chiuso al secondo posto il Gran Premio dopo averlo guidato sin dalle prime battute.

Inizio con il botto per il Gp inglese con Verstappen e Hamilton che dopo un lungo duello vanno a contatto con il pilota Red Bull che finisce sulle barriere. Ne approfitta Charles Leclerc che porta la Ferrari in testa alla corsa mantenendola davanti a tutti anche dopo il valzer dei pit-stop. Hamilton dopo aver scontato la penalità di 10 secondi si lancia a caccia del monegasco dopo che Bottas lo ha fatto passare su richiesta della sua squadra. Lo passa al penultimo giro.

Per la Ferrari la soddisfazione di aver ritrovato una grande macchina con Sainz sesto che paga un errore del box al momento del pit-stop. Hamilton cambia le gomme a metà gara scontando anche i 10» di penalità e successivamente martella giro veloce su giro veloce fino al sorpasso finale che gli ha regalato il successo. Sul podio anche l'altra Mercedes, quella di Valtteri Bottas. Poi la Top ten è completata da Norris, Ricciardo, Sainz, Alonso, Stroll, Ocon e Tsunoda.

Un trionfo che permette al sette volte campione del mondo di riaprire il campionato. Grazie al ritiro di Verstappen (182 punti), infatti, Hamilton, alla vittoria numero 99 in carriera, si porta a sette punti dall'olandese (175) e riapre il campionato. Prossimo Gp in Ungheria l'1 agosto.

Red Bull furiosa: «Una vittoria vuota»

Red Bull furiosa con Lewis Hamilton dopo il Gp di Silverstone durante il quale al primo giro un incidente tra il britannico e Verstappen ha causato il ritiro dell'olandese. «Ha mandato un concorrente in ospedale. Per me, questa è una vittoria vuota» ha detto il team principal Christian Horner.

«Guardate la curva - ha proseguito il team principal della Red Bull - Lewis non è mai vicino al punto di corda, è un incidente enorme. La curva era di Max al 100%, la colpa è tutta di Hamilton. Grazie a Dio è illeso, spero lo valuterete nel modo appropriato». Poi davanti alle telecamere della F1: «Per me la dinamica è chiara, Lewis si è infilato all'interno in una delle curve più veloci del campionato, lui sa che lì non si sorpassa».

Hamilton: «Emozione travolgente, che pubblico»

Lewis Hamilton esplode di felicità sul podio di Silverstone dopo aver vinto il suo ottavo GP di Gran Bretagna. «È una emozione travolgente. È stata una gara fisicamente difficile, il tempo è fantastico» dice. «Abbiamo il meglio. Il pubblico Migliore! Il pubblico di casa è il migliore! Grazie mille ragazzi. Onestamente, da nessuna parte andiamo ci sono folle come queste. Non hanno quello che abbiamo!». Poi si rivolge al pubblico: «Auguro a tutti di tornare a casa sereni ma questo è un sogno oggi poterlo fare davanti a tutti voi. Non ce l'avrei fatta senza il grande lavoro di Valtteri e di tutta la squadra. E' dura ma ho dato il massimo questa settimana. Sto solo cercando di scoprire le prestazioni di questa macchina con i ragazzi. Sono solo orgoglioso di tutti, anche se abbiamo avuto un deficit».

Poi Hamilton parla dell'incidente con Verstappen: «Cerco solo di rimanere misurato nel mio approccio, in particolare con Max, è molto aggressivo. E poi oggi ero completamente al suo fianco e non mi ha dato lo spazio, quindi. Ma indipendentemente dal fatto che io sia d'accordo con la penalità, la prendo sul mento e ho continuato a lavorare. Non avrei lasciato che nulla si mettesse in mezzo».

Leclerc: «Difficile godere al 100% ma incredibile»

«È difficile godermi questo podio, ho dato il 200% ma non è stato sufficiente negli ultimi giri - ha detto Charlse Leclerc al termine della gara-. Complimenti a Lewis, mi mancava qualcosa nella macchina, anche se è stata ottima quest'oggi. All'inizio non ci aspettavamo di essere così competitivi, abbiamo lottato per la vittoria e questo è incredibile. Siamo stati più forti del solito, il team sta lavorando in modo incredibile e sono orgoglioso di loro. Fare queste gare fa capire che stiamo lavorando nella direzione giusta».

Charles ha anche ammesso di non aver voluto prendere troppi rischi nel momento in cui Hamilton lo ha sorpassato, memore dell'incidente tra Lewis e Max al primo giro: «Per un attimo ho visto il remake dell'incidente e non ho voluto prendere rischi, non siamo in lotta con lui per il campionato. Mi sono allargato e ho provato a stare davanti, ma ho preso uno snap al posteriore e sono andato fuori pista. Questa la miglior Ferrari della stagione? Forse dopo Monaco sì. Ci sono gare in cui riusciamo a dimostrare il nostro potenziale, dobbiamo solo riuscire a capire meglio la macchina e le gomme per essere più continui. La squadra è forte, stiamo lavorando bene e io sono contento».

Sainz: «Bella gara, all'attacco tutto il Gp»

Soddisfazione nelle parole di Carlos Sainz che ha chiuso 6° dopo una bella rimonta nonostante un pit-stop problematico il Gp di Silverstone: «È stata una bella gara, siamo stati all'attacco per tutta il tempo, e correndo in aria pulita andavamo veramente forte - ha spiegato lo spagnolo -. La macchina era un piacere da guidare. Il pit-stop ci è costato la posizione, ma è il primo errore quest'anno e il team ha fatto un grande lavoro anche con Charles, non c'è certo da lamentarsi di questo oggi. Se la macchina mi sembrava addirittura migliore che a Monte Carlo? Lì avevamo il passo per vincere, qui Mercedes e Red Bull ne avevano di più. Sicuramente siamo sorpresi positivamente dal fatto che avevamo un gran passo su una pista difficile per noi. Vedremo a Budapest, sicuramente questo weekend è stato molto positivo per la squadra e dobbiamo essere contenti».

Binotto: «Dispiace per la vittoria sfumata»

Soddisfatto il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, al termine del Gp di Silverstone in cui la rossa ha chiuso seconda alle spalle di Hamilton con leclerc e sesta con Carlos Sainz. «Sapevamo che sognare era possibile ma che dovevamo anche essere realisti - ha spiegato il team principal della Ferrari -. Lewis era più veloce, anche se è chiaro che è un dispiacere perderla a due giri dalla fine. Avevamo un bel passo ed è la cosa più importante per noi dopo il disastro di Francia. Venire qui, su una pista ostica, fare una bella qualifica e un secondo posto fa molto piacere. Charles è stato molto bravo, Carlos un po' più sfortunato. Il problema al pit stop gli è costato una posizione, ma anche lui ha girato molto forte quando ha avuto strada libera».

«Se abbiamo corso alla pari con Mercedes con la gomma media? Non saprei, in raeltà guardando i dati gps Lewis stava salvando la gomma per evitare i problemi di blistering su quel compound. L'incidente Hamilton-Verstappen? Aggressività da parte di entrambi, ma giusta la penalità. Quella dell'Ungheria sarà una pista che si può adattare a noi, farà ancora molto caldo e l'usura gomme sarà un fattore importante, queste ultime gare però ci fanno ben sperare. Certamente non possiamo pensare di arrivare lì ed essere più forti di Max e Lewis. Terzo posto costruttori? Questa squadra lo può fare, è una nostra ambizione, ma prima di tutto il nostro obiettivo è migliorare sotto ogni aspetto».