19 gennaio 2022
Aggiornato 08:31
Formula 1

Verstappen campione del mondo all'ultimo giro, protesta ufficiale Mercedes contro l'ordine d'arrivo

Clamorosi ultimi 5 giri: Latifi sbatte, entra la Safety Car e l’olandese che ormai era sconfitto cambia le gomme mettendo le soft: resta un solo giro che si chiude con l’attacco e il sorpasso a Lewis. Terzo Sainz con la Ferrari

Verstappen campione del mondo all'ultimo giro, protesta ufficiale Mercedes contro l'ordine d'arrivo
Verstappen campione del mondo all'ultimo giro, protesta ufficiale Mercedes contro l'ordine d'arrivo Red Bull

Max Verstappen è campione del mondo. L'olandese ha vinto il Gp di Abu Dhabi al termine di una gara pazzesca, dominata da Hamilton prima di essere infilato all'ultimo giro dall'olandese solo grazie alla Safety Car entrata in pista a cinque giri dalla fine per l'incidente a Latifi. Il britannico, che a quel punto aveva undici secondi di vantaggio sul rivale ed era proiettato al successo finale, ha visto perdere tutto il vantaggio complice anche la decisione della direzione di gara che ha permesso a tutte le vetture di sdoppiarsi. Verstappen a quel punto ha cambiato gomme, si è infilato negli scarichi del pilota Mercedes e lo ha infilato all'ultimo giro. Yas Marina ha così regalato la vittoria a Verstappen. Sul podio Lewis Hamilton e la Ferrari di Sainz. Leclerc chiude decimo. Verstappen è il primo campione del mondo per l'Olanda nel giorno in cui Jack Brabham diventò il primo campione del mondo per l'Australia. Per l'olandese ventesima vittoria in carriera.

La cronaca

Partenza fulminante di Lewis Hamilton che brucia Verstappen già nei primi metri di gara. L'olandese si infila all'interno di Hamilton e il britannico è costretto ad allargare la traiettoria per evitare il contatto. Hamilton rientra al comando passando completamente fuori dal tracciato ma i commissari non rilevano irregolarità. Dietro ai due rivali ci sono Perez e Sainz. Hamilton guadagna fino a tre secondi sul rivale nei primi dieci giri mentre Verstappen comunica via radio qualche problema con le gomme posteriori. Al 12esimo giro l'olandese perde ormai un secondo a giro da Hamilton (-4") e non riesce nemmeno a guadagnare su Perez alle proprie spalle. Verstappen rientra al giro 14, Hamilton un giro dopo per montare la gomma bianca e copiare la mossa di Verstappen. Al 16esimo giro Perez guida la gara con nove secondi su Hamilton.

Al giro 20 sorpassi e controsorpassi tra Hamilton e Perez col messicano che riesce a rimanere al comando anche per frenare l'inglese e permettere a Verstappen di risalire. La difesa strenua di Perez fa guadagnare cinque secondi al compagno di squadra che intravede la possibilità di agganciare i due davanti e quando Hamilton passa Perez ha solo 1» di vantaggio su Verstappen che passa agevolmente il compagno e si trova a 2» dal rivale al giro 23. Terzo Bottas con 8» su Perez rientrato ai box. Raikkonen chiude con un incidente l'ultimo Gran Premio della propria carriera. Fuori anche Russell per un problema al cambio mentre Hamilton gestisce 3» di vantaggio su Verstappen. Sainz settimo, Leclerc nono. Al giro 31 la top ten recita Hamilton, Verstappen, Perez, Alonso, Gasly, Sainz, Norris, Leclerc, Bottas e Tsuonda. Incidente per Giovinazzi, Virtual Safety Car. Verstappen si ferma ai box. Lewis Hamilton resta fuori. Fuori anche Perez con Hamilton che ha alle spalle le due Red Bull con gomme più fresche. Sono 17 i secondi di vantaggio del britannico. Parte la caccia e Verstappen riduce a 11» il distacco al giro numero 51.

Al giro 53 Latifi a muro: Safety Car in pista. Verstappen rientra ai box e monta la gomma rossa. Hamilton non ha margine e resta davanti senza rientrare ai box. La direzione di gara cambia idea due volte. Alla fine le vetture doppiate possono sdoppiarsi e Verstappen torna negli scarichi di Hamilton. All'ultimo giro Verstappen passa Hamilton ed è campione del mondo.

Verstappen: «Ho lottato ed ho avuto fortuna»

«E' incredibile. Per tutta la gara ho continuato a lottare poi c'è stata l'opportunità nell'ultimo giro, è incredibile». Max Verstappen è incredulo per quanto accaduto a Yas Marina. Una gara passata a rincorrere e poi l'ultimo giro ed il sorpasso che gli è valso il titolo mondiale"Non so cosa dire - prosegue - La mia squadra e la Honda lo meritano. Finalmente un po' di fortuna per me. Voglio anche dire grazie a Checo, è stato un compagno di squadra brillante. La mia squadra sa che li amo, spero di poterlo fare per 10, 15 anni insieme. Non voglio cambiare mai. Voglio stare con loro per il resto della mia vita, se mi avranno. Sono così felice. Il nostro obiettivo era vincere questo campionato quando ci siamo riuniti e ora lo abbiamo fatto».

Hamilton: «Congratulazioni Max»

«Congratulazioni a Max e alla sua squadra». Lewis Hamilton rende onore al nuovo campione del mondo Max Verstappen ma non dimentica di ringraziare il suo team: «Penso che abbiamo fatto un lavoro fantastico quest'anno. La squadra, tutti in fabbrica, tutti gli uomini e le donne che abbiamo, hanno lavorato così duramente tutto l'anno in una stagione difficile. Sono così orgoglioso di loro e così grato di far parte del viaggio con loro. Abbiamo dato tutto in quest'ultima parte della stagione e non ci siamo mai arresi, questa è la cosa più importante». Poi l'appuntamento al 2022: «Mi sono sentito benissimo in macchina negli ultimi due mesi, in particolare alla fine. Spero che tutti rimangano al sicuro durante la pandemia e che passino un buon Natale durante questo periodo e vedremo per il prossimo anno».

Horner: «Che colpo di fortuna la Safety Car»

«Alla fine urlavamo di lasciarli correre. Una grande strategia prevede di fare quel pit stop e prendere le soft e poi è toccato a Max realizzarlo». Il team principal della Red Bull Christian Horner spiega la decisione di far rientrare ai box Max Verstappen dopo la safety car entrata per l'incidente a Latifi con il pericolo che la gara si concludesse dietro la safety. «E' inaudito lasciare le vetture senza giri. Volevano riprendere la gara. Hanno fatto assolutamente la scelta giusta. Sono così orgoglioso di Max e del team per quello che abbiamo passato quest'anno. Sapevo solo che Max non si sarebbe arreso. Era arrivato così lontano quest'anno e poi vederlo chiudere, diventare campione del mondo - una sensazione incredibile. Negli ultimi 10 giri pensavo a cosa dire a Max e ai ragazzi di prenderli e poi un colpo di fortuna con la safety car».

Reclamo Mercedes

La Mercedes ha presentato un reclamo ai Commissari Fia riguardo il successo di Max Verstappen a Yas Marina che gli ha permesso di laurearsi campione del mondo. Secondo gli uomini Mercedes non tutte le macchine si sono sdoppiate al momento della ripartenza con la Safety Car. Inizialmente la direzione gara non aveva consentito alle vetture doppiate di sdoppiarsi dietro alla Safety Car. Poi è stato dato l'ok alle vetture che erano tra Hamilton e Verstappen e la Mercedes contesta la procedura.