19 ottobre 2019
Aggiornato 11:00

Milan: tre buone notizie per Gattuso in vista del derby

L’allenamento odierno a Milanello ha regalato a mister Gattuso segnali incoraggianti in vista del big match di domenica sera contro l’Inter.

Mister Gattuso abbraccia Cutrone
Mister Gattuso abbraccia Cutrone ANSA

MILANO - Meno 5. Il conto alla rovescia scandisce il tempo come una goccia cinese e ci porta al big match della nona giornata di campionato, il derby di Milano tra le nuove ambiziose realtà del calcio meneghino: il Milan americano del fondo Elliott e l’Inter cinese nelle salde mani di Suning. Mentre però i nerazzurri devono fare i conti con le notizie non proprio piacevoli in arrivo dall’Uruguay, che vedono il centrocampista Vecino costretto a dare forfait nell’amichevole contro il Giappone per un problema muscolare e naturalmente in dubbio anche per il derby, l’allenatore rossonero Gattuso può consolarsi con quanto sta accadendo a Milanello in questi giorni. Che Cutrone, Romagnoli e Caldara fossero sulla strada della guarigione dopo i vari problemini fisici accusati nelle ultime settimane, ma la grande notizia è che i tre azzurri oggi hanno svolto interamente l’allenamento in gruppo e quindi sono perfettamente ristabiliti in vista della stracittadina di domenica.

Anche Conti è pronto
Se a questo aggiungiamo che anche il lungodegente Andrea Conti è sempre più vicino al ritorno al calcio giocato, è piuttosto chiaro che gli orizzonti rossoneri, anche alla luce di un mercato di gennaio che potrebbe essere finalmente sostanzioso, siano sempre più luminosi.
Tornando al derby, in attesa del ritorno a Milanello di tutti i nazionali, è prematuro ipotizzare ad oggi le scelte di mister Gattuso in chiave Inter, ma è lecito supporre che non ci saranno grossi stravolgimenti rispetto alla formazione che ha superato in scioltezza il Chievo nell’ultima giornata. Quindi Donnarumma in porta; una difesa a quattro formata da Calabria, Musacchio, Romagnoli e Rodriguez; il solito trio a centrocampo formato da Kessiè, Biglia e Bonaventura; e per finire l’attacco composto da Suso, Higuain e Calhanoglu.