20 ottobre 2018
Aggiornato 08:00

Mercato Milan: scelto il nuovo centravanti per gennaio

Cutrone ancora fermo ai box per il solito problema alla caviglia. La dirigenza rossonera ha deciso di intervenire nella sessione invernale di mercato
Il centravanti brasiliano Pedro Guilherme, classe 1997
Il centravanti brasiliano Pedro Guilherme, classe 1997 (ANSA)

MILANO - Qualche giorno fa l’avevamo anticipato: la dirigenza del Milan ha individuato il reparto dove a gennaio sarà fondamentale investire e lo farà senza alcun dubbio. Per fortuna i limiti strutturali della squadra sono emersi subito, tanto da offrire a Leonardo e Maldini spunti inequivocabili, altrimenti sarebbero stati guai seri nel prosieguo della stagione. È bastato infatti un lieve infortunio alla caviglia per Patrick Cutrone ed ecco che lo staff tecnico rossonero è andato in crisi. Gonzalo Higuain è stato costretto agli straordinari contro Cagliari, Dudelange e Atalanta (e probabilmente ancora per i prossimi due appuntamenti in campionato contro Empoli e Sassuolo), mentre Gennaro Gattuso è stato costretto a convocare addirittura il ragazzino della Primavera Tsadjout da portare in panchina.

Moria di centravanti
Si è passati così dalla grande abbondanza della scorsa stagione, quando in rosa c’erano tre punte centrali (oltre a Cutrone anche Kalinic e Andrè Silva) alla moria di centravanti a Milanello quest’anno. Va bene che il 4-3-3 scelto da mister Gattuso richiede l’utilizzo di un solo attaccante centrale alla volta, ma se ne manca uno per un qualsiasi problema si rischia di non avere neppure un sostituto. A meno che non si voglia considerare la possibilità di schierare Fabio Borini nel ruolo di bomber, ipotesi che i tifosi rossoneri considerano più nefasta di un’ipotetica invasione di cavallette.

Connection verdeoro
È questa la ragione per cui nel prossimo mercato di gennaio, alla voce priorità, è stata spuntata la voce «centravanti». La novità di queste ultime ore è che la connection brasiliana formata dal direttore dell’area tecnica Leonardo e dai due consulenti esterni Kakà e Serginho sembra aver sciolto la prognosi. Dalla sinergia verdeoro è infatti venuto fuori un nome che attualmente appare molto caldo: si tratta di Pedro Guilherme Abreu dos Santos, meglio noto come Pedro, centravanti della Fluminense classe 1997. Il giovanissimo bomber, ben strutturato fisicamente (è alto 186 cm per 77 kg di peso) si è già reso protagonista nel campionato brasiliano con la maglia rossoverde del suo club, mettendo a segno 12 gol in 23 partite e attirando su di sè l’attenzione di diversi top club europei.

Asta tosta
La vera difficoltà del Milan, infatti, sarà quella di riuscire a mettere le mani sul ragazzo prima che possa scatenarsi una vera e propria asta, visto che tra le squadre interessate ci sono anche Real Madrid, Roma, oltre ad un paio di club della Premier. La dirigenza della Fluminense intanto si sfrega le mani: il ragazzo è blindato con una clausola rescissoria da 50 milioni, ma Leonardo sa bene che per molto meno potrebbe strapparlo al suo club. Basterà far leva sul suo carisma universalmente riconosciuto, sulla volontà del ragazzo di trasferirsi in Italia e naturalmente su un bel gruzzoletto di milioni. Il primo colpo del Milan per gennaio potrebbe essere proprio Pedro Guilherme.