21 ottobre 2018
Aggiornato 04:00

Milan: Mirabelli ha scelto il bomber per l’anno prossimo

La confidenza (poi smentita via Twitter) che il ds rossonero si è lasciata scappare apre nuovi scenari sul mercato estivo rossonero. Per l’attacco il sogno di Mirabelli è un autentico big.
Massimo Mirabelli, direttore dell'area tecnica rossonera
Massimo Mirabelli, direttore dell'area tecnica rossonera (ANSA)

MILANO - La confidenza ad alcuni amici fidati riesce a restare segreta ben poco. A svelarla è Premium Sport che riferisce di un’ammissione di Massimiliano Mirabelli ad alcuni amici che potrebbe avere i toni luccicanti dell’esaltazione per il popolo rossonero: «Sto pensando ad un un nome che farebbe venir giù San Siro». Per dovere di cronaca, è corretto segnalare anche l'immediato tentativo di smentita attivato dal ds rossonero su Twitter («Non ho mai fatto confidenze di mercato. Restiamo concentrati sul finale di questa stagione. Il nostro futuro adesso si chiama Milan-Verona, poi testa, gambe e cuore sulla finale di Tim Cup contro la Juventus»), ma i buoi ormai sono scappati.
Logico iniziare da subito a fare lo screening completo di tutti i bomber finiti negli ultimi mesi sotto la lente d’ingrandimento del direttore dell’area tecnica del Milan: Belotti, Morata, Aubameyang e chi più ne ha più ne metta. Difficile però immaginare un effetto così dirompente sulla tifoseria milanista in caso di acquisto di uno dei suddetti, se non altro perchè è almeno un anno che se ne sente parlare e l’effetto mancata sorpresa anestetizzerebbe molto l’operazione.

Gita a Madrid
È evidente che il dirigente calabrese pensa ad altro. E a tal proposito torna prepotentemente in mente il recente viaggio di una delegazione rossonera -  composta appunto da Mirabelli e Abbiati - a Madrid dove è andata in scena la semifinale di Champions League tra Real e Bayern Monaco. Due signore squadre entrambe dotate di un centravanti davvero in grado di far cadere giù San Siro: Robert Lewandoski con la maglia dei bavaresi e Karim Benzema con quella delle Merengues. Ma se per il polacco la destinazione più probabile è proprio quella che conduce alla Casa Blanca, il francese - per altro protagonista del match con un’eccezionale doppietta - potrebbe essere alla ricerca di una nuova avventura.

Mission possible
Il classe ’87 nativo di Lione viaggia al momento su cifre inarrivabili per le modeste casse rossonere. Il prezzo del suo cartellino si aggira sui 50 milioni di euro, ma si tratta di un budget che Fassone e Mirabelli potrebbero facilmente mettere insieme grazie alla sempre più probabile cessione di Kalinic (in Germania o in Cina) e al doppio riscatto di Bacca e Niang da parte di Villarreal e Torino. A quel punto l’impresa sarà convincere Benzema, soprattutto in assenza della Champions League da disputare. Ma vuoi mettere la soddisfazione di riportare in cima al mondo un club glorioso come il Milan partendo dal basso?