21 agosto 2019
Aggiornato 00:30

7 con la valigia in mano: ecco quanto può incassare il Milan

Dopo Kucka, volato in Turchia al Trabzonspor, adesso sono altri i rossoneri destinati a salutare Milanello: dagli attaccanti Niang, Bacca e Lapadula, al futuro genoano Bertolacci, fino ai difensori Vangioni, Paletta e De Sciglio. Il Milan conta di incassare almeno 75 milioni.

Bacca e Niang, dalla loro cessione il Milan spera di incassare 40 milioni
Bacca e Niang, dalla loro cessione il Milan spera di incassare 40 milioni ANSA

MILANO - Il primo a salutare la comitiva è stato Juraj Kucka. Il più coraggioso, disposto ad accettare un trasferimento non esaltante al Trabzonspor pur di continuare una carriera da protagonista e nello stesso tempo garantire al Milan un incasso di 6 milioni di euro e perfino una discreta plusvalenza. Non dello stesso avviso, purtroppo, è stato un altro rossonero destinato alla Turchia, Josè Sosa, di fatto ceduto al club turco dell’Antalyaspor sulla base di 6 milioni di euro, ma rimasto a Milanello per la ferma intenzione del Principito a rifiutare il trasferimento. 

Rescissione per Vangioni
La speranza è che l’ex Besiktas non diventi un esempio per i tanti colleghi messi alla porta da Vincenzo Montella, altrimenti per la dirigenza rossonera il lavoro di snellimento della rosa potrebbe diventare ancora più complicato. 
Ormai prossimo ai saluti finali è Leonel Vangioni, in procinto di tornare al River Plate. Fassone e Mirabelli hanno metabolizzato l’input che dalla cessione del terzino sarà impossibile monetizzare ed allora ecco il piano: rescissione consensuale del contratto che lega il ragazzo al Milan per altri 12 mesi e un addio prematuro che non lascerà vedove tristi tra i tifosi rossoneri.

Lapadula via per 14 
C’è urgenza di monetizzare invece dalle cessioni di ben tre attaccanti al momento a Milanello: Bacca, Niang e Lapadula.
Partiamo dall’ex capocannoniere della serie B, ormai promesso sposo del Genoa. Il Milan pretende per il suo centravanti almeno 15 milioni, il Genoa non intende spenderne più di 12, ma la sensazione è che l’affare possa farsi. A meno che Fassone e Lotito non decidano di inserirlo nella trattativa Biglia e il bomber torinese finisca per andare alla Lazio come contropartita tecnica per il regista argentino.

Niang valutato 18
Poi c’è Niang, anche lui destinato a salutare il Milan e chiudere definitivamente la sua avventura in rossonero. Finora rispedite al mittente (dal calciatore) le proposte di Everton e Torino, nelle ultime ore sembra essersi materializzata un’offerta turca da parte del Fenerbahce, disposto - secondo quanto riferiscono le cronache - ad offrire un quadriennale da 3,5 milioni di euro a stagione al bizzoso attaccante francese. De definire l’indennizzo al Milan che per il suo cartellino chiede sui 18 milioni di euro.

20 milioni per Bacca
E chiudiamo con Bacca, per il quale, sebbene si continui a parlare di un interessamento del Marsiglia, ancora non è arrivata una sola offerta degna di essere presa in considerazione. Il Milan conta di incassare almeno 20 milioni dalla sua cessione, considerati i 30 spesi incautamente da Galliani 24 mesi fa, ma al momento pare più una speranza che un’opzione concreta. Nè il club francese, nè tantomeno il Siviglia, dove Bacca tornerebbe di corsa, hanno mai messo sul piatto anche solo un euro. In via Aldo Rossi al massimo è arrivata una richiesta di prestito, opzione non praticabile alla luce della carta d’identità della punta.

Bertolacci in prestito
Situazione diversa per Andrea Bertolacci. La mezzala romana potrebbe essere ceduta in prestito secco al Genoa (il Milan lo pretende oneroso, almeno 2 milioni di euro) con la speranza di riaverlo tirato a lucido e rigenerato la prossima stagione. Per poi rivenderlo ad un prezzo congruo è chissà, magari anche rilanciarlo in maglia rossonera. I 26 anni dell’ex nazionale azzurro consentono un’operazione del genere.

15 tra Paletta e De Sciglio
Cessione definitiva invece all’orizzonte per due difensori rossoneri. Gabriel Paletta, dopo qualche timido tentativo di approccio da parte di Torino, Atalanta e Sassuolo, è finito nel mirino del Valencia e avrebbe anche già dato il suo ok al trasferimento in Spagna. Resta da trovare l’accordo tra i due club: Fassone e Mirabelli chiedono 5 milioni di euro, gli spagnoli ne offrono 2.
Più spinoso il caso di De Sciglio, ormai separato in casa Milan dopo aver manifestato la propria intenzione di non rinnovare l'accordo con i rossoneri e per questo inserito nella lista dei partenti. La sua destinazione più probabile è la Juventus che però finora ha offerto appena 6 milioni di euro: troppo pochi per il 25 terzino della nazionale, seppure in scadenza di contratto 2018, il Milan ne chiede il doppio.