20 settembre 2019
Aggiornato 10:00

Ferrari scatenata a Montecarlo: record e mezzo secondo di vantaggio. Sparita la Mercedes

Sebastian Vettel è il dominatore della seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Monaco, stabilendo il nuovo primato della pista. Alle sue spalle, distante ben cinque decimi, c'è la Red Bull di Daniel Ricciardo. La prima delle Frecce d'argento, quella di Lewis Hamilton, è solo ottava

Sebastian Vettel in azione nelle prove libere a Montecarlo
Sebastian Vettel in azione nelle prove libere a Montecarlo Ferrari

MONTECARLO – A Montecarlo cala il pomeriggio, ovvero lo stesso orario al quale si disputeranno le qualifiche di sabato e la gara di domenica, dunque con condizioni più simili a quelle che si incontreranno quando si comincerà a fare sul serio. E la bella notizia per la Ferrari è che la situazione si ribalta rispetto a quella di stamattina: in testa si porta Sebastian Vettel, stabilendo un nuovo record della pista monegasca (1:12.720) e rifilando oltre mezzo secondo di distacco al primo degli inseguitori. Che, ancor più sorprendentemente, non è un pilota Mercedes, ma Red Bull: Daniel Ricciardo è riuscito a sfruttare le indubbie doti aerodinamiche della sua Lattina piazzandosi secondo. A meno di un decimo di ritardo c'è poi l'altra Rossa di Kimi Raikkonen. Addirittura le due outsider Toro Rosso di Daniil Kvyat e Carlos Sainz, oltre all'altra Red Bull di Max Verstappen e alla Force India di Sergio Perez, riescono a stare davanti alla prima delle Frecce d'argento: quella di Lewis Hamilton, solo ottava e addirittura ad 1.1 secondi dalla vetta. Il suo compagno di squadra Valtteri Bottas è appena decimo. Insomma, un turno letteralmente da dimenticare per i campioni del mondo in carica. Da sottolineare anche le due bandiere rosse che hanno interrotto la sessione: prima per la Renault di Jolyon Palmer che ha dovuto parcheggiare al Portier per un'esplosione del motore, poi per lo schianto della Williams di Lance Stroll contro i guard rail al Massenet. La Formula 1 tornerà in pista dopodomani, dopo la tradizionale giornata di riposo del venerdì, con la terza e ultima sessione di prove libere in programma alle 11 di sabato.