20 novembre 2019
Aggiornato 06:30

Lewis Hamilton già da record a Montecarlo. Ma Sebastian Vettel è vicino

Nella prima sessione di prove libere del Gran Premio di Monaco, il pilota della Mercedes stacca il miglior tempo di sempre sul circuito cittadino: 1:13.425. Bene anche la Ferrari con il tedesco secondo a meno di due decimi, sorprende la Red Bull con il terzo posto di Max Verstappen

La bandiera della Formula 1 sventola a Montecarlo
La bandiera della Formula 1 sventola a Montecarlo Pirelli

MONTECARLO – È solo giovedì mattina a Montecarlo, si è appena conclusa la prima sessione di prove libere su un circuito cittadino ancora sporco dal traffico quotidiano, eppure i nuovi mostri di questa stagione di Formula 1 sono già riusciti a far registrare il giro più veloce di sempre. 1:13.425 il nuovo record della pista stabilito da Lewis Hamilton, approfittando delle gomme ultrasoft, le più morbide della gamma Pirelli. A conferma che le vetture di quest'anno sono sì più larghe, quindi anche più goffe tra le strette stradine del Principato, ma comunque più potenti e dunque più veloci.

Distacchi contenuti
Anche nel Gran Premio di Monaco la lotta tra Mercedes e Ferrari si preannuncia equilibrata: lo conferma la seconda posizione di Sebastian Vettel, a meno di due decimi dal leader di giornata. Terzo posto per una Red Bull in crescita grazie alla nuova T-wing montata per la prima volta: Max Verstappen è giunto a tre decimi e mezzo dalla vetta con il record nel primo settore, pur avendo perso tempo a metà turno per un danno al fondo della sua vettura riportato per colpa dei passaggi troppo aggressivi sui cordoli, che lo ha costretto a rientrare ai box. Quarto posto per la seconda Freccia d'argento di Valtteri Bottas, seguito dall'altra Lattina di Daniel Ricciardo, mentre Kimi Raikkonen è solo settimo a oltre sette decimi, dietro anche alla Toro Rosso di Daniil Kvyat. Da segnalare anche il ritorno in pista di Jenson Button, con la McLaren normalmente affidata a Fernando Alonso, assente questo weekend per disputare la 500 Miglia di Indianapolis: l'ex campione del mondo ha staccato il quattordicesimo tempo a 1.5 secondi, più lento del suo compagno di squadra Stoffel Vandoorne. Oggi pomeriggio alle 14 il secondo turno di libere.